Se commetti questo errore quando scongeli il pesto si annerirà subito!

Ecco un banale errore che probabilmente anche tu commetti quando scongeli il pesto: in questo modo si annerirà. 

Il pesto è una delle salse più utilizzate per condire i primi piatti. Fresco e saporito è uno dei sughi più genuini che si possano portare in tavola, specie se preparato a mano con il basilico fresco e di stagione.

errore pesto
Fonte: chedonna

E visto che ancora è possibile trovare questa pianta aromatica è bene approfittare ora per preparare il pesto e poi congelarlo per averlo disponibile anche nei prossimi mesi. Il pesto si può conservare infatti nel congelatore fino a 3 mesi. 

Uno degli inconvenienti nei quali si può incappare però con il pesto è quello che annerisca. Il processo di ossidazione al quale va incontro il basilico è purtroppo inevitabile se si commettono alcuni sbagli. In particolare c’è un errore che in tanti fanno con il pesto quando lo scongelano: scopriamo di cosa si tratta.

Ecco l’errore che molti commettono con il pesto

Avere il pesto sempre pronto all’occorrenza è davvero una comodità. Così come le salse di pomodoro o il ragù di carne il pesto di basilico è una delle salse più utilizzate per condire la pasta. Qui scopri gli errori da non commettere quando lo prepari.

errore pesto
Fonte: Adobe Stock

Non solo, esso è squisito anche nelle torte salate, per condire dei crostini, una pizza, con le uova, per insaporire del petto di pollo o per condire le patate. Insomma di utilizzi alternativi alla pasta o ai primi piatti ce ne sono davvero tanti.

Ecco perché uno dei metodi per averlo sempre a disposizione è quello di congelarlo in questo modo possiamo utilizzarlo per tutte le nostre ricette in modo semplice e immediato, preferendo quindi un prodotto fresco ad uno industriale e confezionato.

Nel caso in cui ci serva per condire piccole quantità di pasta il consiglio è di congelarlo nelle vaschette del ghiaccio in modo che all’occorrenza se ne stacca un cubetto o due a seconda di quanto ce ne serve.

Se invece l’abbiamo congelato in un contenitore di vetro dovremo metterlo a scongelare nel frigorifero già il giorno prima. In questo modo tornerà al suo stato naturale senza alterarsi.

Quello che il pesto soffre è infatti il calore e se con gli altri sughi possiamo permetterci di scaldarli anche da congelati con il pesto non si deve commettere questo errore altrimenti il basilico finirà per ossidarsi e conferendo al pesto quel classico colore marroncino e un sapore amarognolo.

Questo può accadere anche nel momento in cui stiamo facendo il pesto. Ecco perché è bene conoscere i trucchi per evitare che annerisca. 

Ma se invece dobbiamo solo scongelare il nostro pesto l’errore madornale che non dovremo assolutamente commettere è scaldare il pesto.

In questo caso anche il microonde è poco consigliato in quanto la stessa funzione defrost potrebbe contribuire a far annerire il pesto.

Ecco che allora si può procedere in due modi. O togliendo il pesto dal congelatore il giorno prima.

O se lo si leva all’ultimo momento e quindi il pesto è ancora congelato, si può stemperare con l’acqua di cottura e poi man mano lasciarlo sciogliere con la pasta appena scolata, dunque ancora bollente. In questo modo non daremo tempo al basilico di ossidarsi.