C’è del buono in cucina: a queste polpette nessuno sa resistere

Un modo pratico e veloce per far mangiare il pesce anche ai bambini è puntare sulle polpette di polpo.

Come secondo piatto, come antipasto, come le vogliamo noi. Sembra un gioco di parole, ma le polpette di polpo in realtà sono una ricetta sfiziosissima, ottima anche per far mangiare il pesce ai più piccoli.

polpette polpo
canva

Perché nessuno può dire di no alle polpette.

Polpette di polpo, tutti i passaggi della ricetta

Al posto della mollica di pane possiamo anche utilizzare il pane in cassetta. Ma attenzione, solo la parte interna, senza crosta. Ecco la ricetta completa.

polpo
canva

Ingredienti
600 g di polpo lessato
150 g di mollica di pane
150 g di scamorza
3 uova medie
80 ml di latte
80 g di pecorino
1 spicchio d’aglio
1 mazzetto di prezzemolo
100 g pangrattato
1 l olio extravergine d’oliva
sale q.b.
pepe q.b.

Preparazione polpette

Cominciamo con il polpo. Se non l’ha già fatto il pescivendolo oppure non usiamo quello surgelato, ci tocca fare un paio di operazioni veloci prima di cuocerlo. Leviamogli il becco, laviamolo e poi possiamo metterlo a bollire in una pentola con abbondante acqua salata.
Per un polpo di dimensioni medie, diciamo attorno ad 1 chilo, possono bastare 45-50 minuti. In ogni caso per controllare se è pronto, affondiamo i rebbi della forchetta: se penetrano facilmente nei tentacoli siamo a posto.

A quel punto scoliamo il polpo, ricaviamo il peso che ci serve per le polpette e il resto possiamo utilizzarlo per una bella insalata fresca anche solo con del succo di limone e un po’ di prezzemolo tritato. Il polpo per le polpette deve essere solo tritato in maniera grossolana: terminato il lavoro teniamolo da parte.
Mettiamo ad ammollare la mollica di pane in una ciotola insieme al latte, a temperatura ambiente, e lasciamolo una decina di minuti prima di strizzarlo bene
Intanto che aspettiamo, tritiamo insieme il prezzemolo dopo averlo lavato e lo spicchio di aglio spellato. Poi tagliamo anche a cubetti la scamorza.

Aggiungete la mollica ben strizzata nella ciotola con il polpo, insieme alle uova leggermente sbattute, al pecorino grattugiato, l’aglio e il prezzemolo tritati e ai dadini di scamorza. Mescoliamo bene tutto direttamente con le mani, assaggiamo per capire quanto sale manca e insaporiamo anche con qualche macinata di pepe fresco.
Quindi copriamo la ciotola con un canovaccio oppure con della pellicola alimentare e lasciamolo riposare per 30 minuti in modo che si insaporisca tutto bene e si compatti. L’importante è che la base delle nostre polpette morbide di polpe non sia troppo umida, ché altrimenti rischiano di rompersi quando le friggiamo.

Riprendiamo l’impasto e cominciamo a formare le polpette. Più grandi o più piccole, è una questione personale. L’importante è che siano tondeggianti, per rotolarle bene nel pangrattato facendolo aderire bene.
Infine prendiamo una padella ampia o un tegame basso e lasciamo scaldare bene l’olio di semi. Quando arriva a temperatura facciamo friggere poco polpette alla volta, scolandole poi su carta per fritti oppure carta assorbente da cucina. Sono ottime sia calde che a temperatura ambiente (ma a noi piacciono calde).