Porta merende in disordine? Le regole che ti cambieranno la vita

Scopri quali sono le regole da mettere in pratica per avere un porta merende sempre in ordine.

Quasi ogni cucina ha almeno un vano porta merende. Un angolo della casa dove riporre i cereali della colazione, le merende del pomeriggio, i biscotti, le creme spalmabili e quanto può essere utile nei momenti di svago o quando si ha voglia di gustare qualcosa di dolce.

dispensa in ordine
(Adobe stock photo)

Eppure, la maggior parte di noi finisce sempre con l’avere questo apposito vano in totale disordine. Un vero e proprio bazar che il più delle volte finisce con l’aggredire chi osa avvicinarvisi, lanciandogli addosso parte di ciò che è stato riposto alla rinfusa.

Se anche tu ti rivedi in questa situazione e sei più che mai stanca di avere le tue merende sempre in disordine, oggi scopriremo come riporle nel modo corretto. Una mini guida per tenere in ordine il porta merende, ottenendo più libertà d’azione e godendo a pieno di uno spazio ordinato che consenta di scegliere di volta in volta ciò che si ha più voglia di gustare.

Porta merende in ordine: ecco come muoversi

Avere una cucina sempre in ordine è molto importante per potersi muovere con maggior libertà e non perdere tempo prezioso nella ricerca di ciò che serve per preparare da mangiare. Tra i tanti vani disponibili uno importante è quello destinato alle merende.

dispensa in ordine
(Adobe Stock photo)

Avere un porta merende ben organizzato aiuta infatti a godere a pieno del cibo che si conserva ogni giorno, evitando di farlo scadere e di scegliere sempre le stesse cose per mancanza di visibilità.

LEGGI ANCHE -> Dispositivi elettronici sempre sporchi? Ecco come pulirli nel modo corretto

Allo stesso tempo, è importante per organizzarsi al meglio, avere uno spazio ordinato e più facile da gestire. Ecco quindi alcune piccole strategie da mettere in atto.

Disporre delle scatole nel vano porta merende. Inserire il cibo in scatole o contenitori appositi (ovviamente privi del coperchio) è un buon modo per classificare gli alimenti per categoria. Queste dovranno essere ovviamente sistemate in modo da poter scorrere liberamente e da poter essere prese ed estratte senza far cadere tutto il resto.

Dividere il cibo per categorie. Una volta scelti i contenitori, si possono inserire al loro interno i vari cibi dividendoli per categorie. Si può quindi disporre al loro interno il cioccolato, le creme, le merendine e i classici misti e difficili da collocare. In questo modo si avrà sempre ben in vista ciò che c’è in casa. E ciò aiuterà a godere di ciò che più si desidera senza dover perdere del tempo a cercarlo.

Classificare i cereali. Se si consumano molti cerali si possono disporre nei loro cartoni disponendoli lateralmente e tenendo sul davanti quelli che si mangiano più spesso. In alternativa si possono usare dei contenitori nei quali inserirli. Basterà apporvi sopra delle etichette con data di scadenza e tipo di cereali per poterne usufruire con maggior semplicità.

LEGGI ANCHE -> Pulizie di casa economiche: ecco le dritte che ti cambieranno la vita

Queste dritte sono molto utili per tenere in ordine merende e dolciumi vari e per far si che la vita in cucina (e in casa) sia sempre più semplice da gestire.

La scelta perfetta per classificare quei cibi che solitamente accompagnano i momenti più rilassanti e piacevoli della giornata. E che per questo meritano di avere uno spazio sempre ordinato e piacevole da vivere.