L’errore imperdonabile da non commettere con l’insalata

Quando si prepara l’insalata è bene non commettere un errore imperdonabile che rischia di rovinarla irrimediabilmente. 

Dopo le abbuffate natalizie è giunto il momento di mettersi a dieta e iniziare a consumare cibi più leggeri a base di frutta e verdura. Ecco perché anche se è inverno possiamo inserire tra i nostri pasti delle insalate depurative.

Lattuga, radicchio, rucola, indivia e così via. Possiamo aggiungere anche del finocchio a fette, carote grattugiate e impreziosirla come più preferiamo. Ma una cosa è certa, in tanti commettono un errore imperdonabile quando la preparano.

errore insalata
Fonte: Canva

Una semplice banalità che rischia di inficiare nel risultato finale del piatto, che per quanto facile, necessita comunque di alcune accortezze per essere servito al meglio. Un’insalata fresca e croccante è quello che si dovrebbe trovare a tavola. Scopriamo allora cosa non fare.

LEGGI ANCHE –> Passatelli: tutti gli errori da non commettere quando li prepari in casa 

Ecco l’errore da non commettere con l’insalata

Annerita, moscia, praticamente un ammasso senza consistenza. Un’insalata così non fa gola a nessuno, figuriamoci poi se dobbiamo mangiarla pure contro voglia, magari perché siamo a dieta.

errore insalata
Fonte: Canva

Ma per ridurre un’insalata così significa che durante la preparazione si è commesso un errore imperdonabile, una banalità a cui molti nemmeno prestano attenzione ma che invece rischia di rovinare tutto quanto.

Quante volte vi sarà capitato di preparare l’insalata e di condirla con troppo anticipo? Magari mentre state preparando la cena e volete portarvi avanti. A volte può capitare di farlo anche sovrapensiero.

Un errore che però si rivela madornale in quanto condirla molto prima di consumarla la farà appassire, facendo diventare le foglie scure, ossidate e mollicce. Un vero disastro culinario. Ed ecco che il piatto più semplice in assoluto, dove è praticamente impossibile sbagliare, rischia di diventare invece uno dei peggio orrori in cucina.

Il segreto per servire dunque a tavola un’insalata fresca, croccante e dall’aspetto invitante è condirla solo all’ultimo minuto quando siamo già a tavola e dobbiamo consumarla. Se vogliamo ad esempio condirla con un’emulsione possiamo prepararla in anticipo e aggiungerla quando andremo a consumarla.

Ma fino a quel momento meglio aspettare ad unire il condimento. Nessuno ci vieterà però nel frattempo di lavarla per bene, asciugarla e di tagliare le foglie a pezzi. Poi una volta fatte queste operazioni possiamo conservarla in frigorifero.

Quando è il momento di consumarla la tireremo fuori e la andremo a condire, ma solo allora. Inoltre, vi sveliamo un altro segreto per condirla al meglio, ovvero calibrare bene i vari ingredienti che utilizziamo per insaporirla.

In particolare dobbiamo aggiungere una parte acidula scegliendo fra succo di limone o aceto e tre parti di grasso, in questo caso, il consiglio è di mettere l’olio extra vergine d’oliva. Infine, un pizzico di sale.

LEGGI ANCHE –> Errori da non commettere con i cannelloni fatti in casa 

A questo punto non resta che servire a tavola l’insalata perfetta.