Infiammazione post natalizia: cos’è e come rimediare

L’infiammazione natalizia è un problema che accomuna tutti ma che riguarda maggiormente il genere femminile. Scopriamo di cosa si tratta e come porvi rimedio.

Dopo le feste, molte persone si ritrovano con qualche chilo di troppo e con tutta una serie di sintomi poco piacevoli. La maggior parte di questi dipende dalla così detta infiammazione natalizia. Ovvero un processo infiammatorio che si instaura nell’organismo in seguito all’assunzione di alimenti ricchi di zuccheri o di grassi idrogenati.

infiammazione post natalizia
(Adobe Stock photo)

Per far si che questo problema si risolva al più presto è fondamentale imparare a riconoscerlo e ad affrontarlo nel modo giusto. Solo così si potrà godere di un miglioramento rapido ed in grado di far tornare nella forma in cui si era poco prima delle vacanze di Natale.

Infiammazione post natalizia: sintomi e rimedi

Che a Natale ci si trovi a mangiare di più è un dato di fatto a cui pochi riescono a venir meno. Tra pranzi e cene fuori o in famiglia, assaggi di dolci e stuzzichini vari, resistere al richiamo degli zuccheri e dei grassi elaborati è infatti molto difficile.

infiammazione post natalizia
(Adobe Stock photo)

Purtroppo quest’immersione nella dolcezza ha anche un lato negativo che è appunto l’infiammazione.

LEGGI ANCHE -> Ansia per il nuovo anno? Ecco come rimediare

L’assunzione di cibi zuccherati o di pasti troppo abbondanti porta infatti l’organismo ad infiammarsi e ciò provoca dei disturbi che vanno da lievi a moderati e che in presenza di determinate patologie possono peggiorare le stesse in modo anche importante. Andando ai sintomi che è bene riuscire a riconoscere, tra i più importanti ci sono:

  • Emicrania
  • Gonfiore addominale
  • Nausea
  • Diarrea o stitichezza
  • Stanchezza cronica
  • Mal di schiena
  • Dolori muscolari
  • Umore cupo
  • Sensazione di testa vuota
  • Accumulo di adipe su pancia e fianchi

Si tratta di un fenomeno piuttosto comune che per alcune persone può essere davvero difficile da gestire. Per rimediare al fuoco che si accende dentro è quindi importante ricorrere subito a dei rimedi. E, il primo tra tutti è quello di cambiare alimentazione. Evitare zuccheri, cereali raffinati, carne rossa, alcol, bibite zuccherate, cibi confezionati e tutto quel che normalmente infiamma è un buon modo per iniziare.

A ciò si dovrà poi unire una buona idratazione, tanto riposo (anche dormire poco e male ha le sue conseguenze) e la giusta quantità di attività fisica. Qualora non si fosse affatto degli sportivi, si potrà iniziare con delle camminate veloci. Ciò che conta è mettere in moto l’organismo consentendogli di disintossicarsi e di abbassare il livello di infiammazione il prima possibile. Un risultato che si può ottenere solo iniziando a prendersi seriamente cura di se.

Agendo su più fronti contemporaneamente sarà infatti più semplice combattere e spegnere l’infiammazione, tornando così a vivere più serenamente, senza dolori e con una mente più lucida e attiva.

Andando al cosa mangiare, è consigliabile fare il pieno di verdure, mangiare la frutta almeno tre volte al giorno e consumare cereali integrali e proteine magre. Quanto ai grassi questi dovrebbero arrivare da fonti sane come l’olio extra vergine d’oliva, l’avocado e la frutta secca che andrà mangiata però con moderazione.

Ovviamente, in vista del prossimo anno (o ancor meglio delle prossime feste) è auspicabile mettere in atto atteggiamenti positivi e volti ad evitare di andare nuovamente incorso ad un’infiammazione. I trucchi base per riuscirsi sono quello di mangiare in modo bilanciato, inserire delle verdure ad ogni pasto in modo da aumentare l’apporto di fibre (utile per contrastare l’aumento della glicemia che genera infiammazione) e fare attività fisica anche se si è in vacanza.

LEGGI ANCHE -> La tua candida è peggiorata? Da cosa dipende e come rimediare

Così facendo e limitandosi ovviamente nelle quantità, sarà possibile vivere il periodo delle feste al massimo dell’energia e tutto senza dover star male subito dopo. Un buon compromesso che una volta sperimentato diventerà uno stile di vita.