Pranzo e cena di Natale ti creano ansia? Ecco come fare

Scopri come rimediare all’ansia legata al cibo di Natale. Come combatterla senza rovinare il tempo in compagnia di parenti ed amici?

Ci siamo! Natale è ormai alle porte ed inviti a pranzo e a cena sono già stati fatti. Che si tratti di ospiti da accogliere nella propria casa o di pranzi e cene a cui prendere parte in veste di invitati, la maggior parte delle persone si sente spesso travolta da un’insolita ansia legata alla presenza di cibo diverso dal solito. Un problema che riguarda più facilmente chi nella vita si è trovato a combattere con dei chili di troppo e chi ha terminato da poco una dieta e teme di compromettere i risultati raggiunti a causa del troppo cibo.

ansia pranzo e cena natale
(Adobe Stock photo)

Comunque la si metta quest’ansia è di certo poco piacevole ed in grado di rovinare delle giornate che, altrimenti, potrebbero scorrere molto più serenamente. Per questo motivo, oggi cercheremo di capire come muoverci al fine di affrontare l’appuntamento con la tavola in modo semplice e addirittura piacevole.

Ansia da cibo a Natale: scopri come muoverti per  combatterla ed eliminarla

La prima cosa che si dovrebbe prendere in considerazione quando si parla di cibo è che un pranzo e una cena, per quanto calorici, non comprometteranno mai i risultati raggiunti dopo una dieta né andranno ad intaccare il peso forma.

ansia pranzo e cena natale
(Adobe Stock photo)

Certo, il giorno dopo ci si sentirà più gonfie e probabilmente si peserà anche di più. Quel peso, però, non è tutto grasso. Per la maggior parte si tratta infatti di liquidi trattenuti per via dell’alimentazione diversa. Liquidi che tornando a mangiare come sempre, andranno via in un paio di dolci.

LEGGI ANCHE -> Pranzo o cena super calorici? Ecco come rimediare per non prendere peso

Detto ciò, è importante capire qual è l’esatta origine dell’ansia che si prova. Se questa è legata alla quantità di cibo, basta infatti organizzarsi mentalmente per essere certi di non esagerare.

Effettuare dei pasti sani e bilanciati e arrivare ai pranzi e alle cene senza sentire la fame, consente infatti di controllarsi al meglio. Detto ciò basterà decidere cosa mangiare ed evitare di servirsi piatti abbondanti o, qualora questi vengano serviti, di chiederne una seconda porzione.

Così facendo si avrà il controllo su ciò che si mangia e sapere di averlo dovrebbe aiutare a gestire con maggior facilità l’ansia provata a riguardo.

Se il timore è invece quello di non saper resistere e di trovarsi a mangiare più di quanto si vorrebbe è importante, prima di tutto, non giudicarsi. Cercare di controllarsi è sicuramente importante ma qualora si dovesse cedere basterà mantenersi leggeri (mai digiunare!) al pasto successivo per compensare il tutto. Ancora una volta, arrivare senza troppa fame sarà di grande aiuto. Se ciò che si teme sono però le abbuffate, il segreto è accettare ciò che viene sapendo che dal giorno dopo si potrà ricominciare da capo.

Ovviamente, questo aspetto riguarda il Natale. Una volta superate le feste, se quello dell’abbuffata si è rivelato effettivamente un problema è consigliabile prenderlo in considerazione al fine di poterci lavorare su ed eliminare il problema all’origine.

LEGGI ANCHE -> Colazioni dolci per le feste? Alcune idee light e super golose

Quello delle feste è un periodo che può generare ansia per svariati motivi. E tra questi c’è ovviamente l’ansia da cibo di Natale. Saperlo, ed imparare ad accettarlo è già un buon modo per sconfiggerla almeno in parte. Il resto verrà da se e darà modo di imparare a conoscersi meglio e a godere al meglio sia del buon cibo che di uno stato di serenità che, probabilmente, è anche ciò di cui si ha davvero bisogno per vivere bene.