Vesciche pruriginose? Potrebbe essere herpes zoster

L’Herpes zoster è un problema che può verificarsi in qualsiasi momento della vita. Ecco i sintomi per riconoscerla e come agire quando si presenta.

L’Herpes zoster, nota anche come fuoco di sant’Antonio è un’infezione provocata dal virus della varicella-zoster. Si tratta quindi di un vero e proprio virus, che nonostante la guarigione dalla varicella, resta latente nell’organismo presentandosi in altri momenti della vita.

herpes zoster sintomi
(Adobe Stock photo)

Ciò, ovviamente, non è definitivo ma in molte situazioni può accadere. Motivo per cui è molto importante imparare a riconoscerlo e capire come agire. Quando ci si trova delle vesciche apparse all’improvviso e che prudono e fanno male è quindi il caso di allarmarsi e chiedere un consulto al proprio medico curante. In questo modo si potranno evitare danni futuri ed evitare sopratutto di peggiorare. Si tratta infatti di un virus che può arrivare a provocare dolori anche molto forti.

Herpes zoster: i sintomi da riconoscere

Ad oggi non si hanno ancora informazioni certe sul perché questo virus si ripresenti anche più di una volta nella vita. Quel che è certo è che spesso ciò avviene in presenza di un deficit del sistema immunitario o di estremo stress fisico e mentale. Aspetti che è quindi fondamentale tenere sempre sotto controllo.

herpes zoster sintomi
(Adobe Stock photo)

Come già accennato, il virus da come primi sintomi delle vesciche a grappolo che possono inizialmente prudere ma che in poco tempo iniziano a far male.

LEGGI ANCHE -> Sei vittima di sbalzi ormonali? Ecco come riconoscerli e gestirli al meglio

Queste possono comparire dal giorno alla notte. Inizialmente possono essere anche asintomatiche ma la loro apparizione e la forma a grappolo sono già un buon indizio da non sottovalutare.

È inoltre importante tenere a mente che in genere queste vescicole tendono a presentarsi in punti ben precisi del corpo e, tra le altre cose, hanno la particolarità di far male anche solo sfiorandole. Ciò si verifica perché il virus attacca in qualche modo i nervi della zona colpita, producendo dolori spesso difficili da sopportare. In caso di problemi analoghi, quindi, è meglio farsi vedere subito dal proprio medico che sarà in grado di riconoscere l’herpes zoster e di prescrivere le cure appropriate.

Quando si presenta il virus è infatti molto importante metterlo subito a tacere. Per farlo si usano solitamente dei farmaci antivirali che possono alleviare il dolore e ridurre i tempi della malattia. Questi sono in genere di due settimane circa. Ci sono però piccole percentuali di persone che anche dopo la guarigione continuano ad aver male in corrispondenza dei nervi colpiti. Da qui, la necessità di ricorrere subito al medico per iniziare subito la cura.

LEGGI ANCHE -> Soffri di depressione autunnale? I sintomi che lo svelano e i rimedi più utili

Una volta sconfitto il virus (che ricordiamo rimarrà comunque latente e potrebbe riattivarsi ancora una volta) si dovrebbe prestare attenzione al proprio stile di vita cercando di eliminare ogni fonte di stress e di rafforzare il sistema immunitario. Entrambi aspetti molto importanti nella lotta all’Herpes zoster e ai suoi fastidiosissimi sintomi.