La dieta Beverly Hills: come funziona il regime alimentare delle celebrità

La dieta Beverly Hills serve a disintossicarsi e perdere peso: ecco come funziona il regime alimentare scelto da molte celebrità.

Se gli obiettivi sono eliminare le tossine e perdere peso la dieta Beverly Hills è il regime alimentare che può permettere di raggiungerli, a patto di consultare prima il parere di un nutrizionista.

Si tratta infatti di un regime dietetico piuttosto restrittivo quindi è bene non intraprenderlo se si soffre di qualche patologia e senza previo consulto specialistico. In ogni caso questa promettente dieta, messa a punto all’inizio degli anni ’80 da Judy Mazel, autrice del best seller The Beverly Hills Diet, farebbe perdere addirittura fino a 30 chili.

dieta beverly hills
Fonte: Canva

Ma come funziona e in cosa consiste? Quali sono le controindicazioni? Sono tante le domande da porsi e poi cosa bisogna mangiare? Uno degli alimenti più consumati nella dieta Beverly Hills che tanto piace alle celebrità americane e non solo, è di sicuro la frutta, ma scopriamo di più.

LEGGI ANCHE –> Dieta della colazione o di Maria Antonietta: come perdere 10 chili in 10 settimane

Ecco la dieta Beverly Hills che tanto piace alle celebrità

Beverly Hills è un lussuoso quartiere di Los Angeles dove vivono molti vip americani e non solo. La dieta Beverly Hills prende il nome proprio da questa famosa zona della città molto ricca e dura all’incirca 5 settimane. 

dieta beverly hills
Fonte: Canva

La dieta Beverly Hills si basa nei primi 10 giorni sull’esclusivo consumo di frutta, specie quella esotica come ananas, banane, ma anche melone e mango. Ecco perché può essere molto sbilanciata sotto tanti punti di vista ed è bene non affidarsi al fai da te ma consultare, prima di intraprenderla, un nutrizionista e chiedere consiglio.

Una volta che si è superato lo scoglio dei primi 10 giorni solo a base di frutta di possono ricominciare a reintrodurre gli altri alimenti. Partendo nella seconda fase da pane, verdure, riso e altri carboidrati, e poi via via nella terza fase anche carni bianche, pesce e proteine in generale. 

Sconsigliato è però introdurre nello stesso pasto carboidrati e proteine insieme. Tale scelta infatti può mettere a rischio l’efficienza funzionale degli enzimi e la dieta Beverly Hills si basa proprio sull’ottimizzazione della loro operatività. Tutto ciò è possibile grazie ad un certo ordine di introduzione dei cibi.

In ogni caso trattandosi di un regime molto restrittivo specie nei primi 10 giorni questa dieta ha suscitato molte critiche essendo giudicata poco bilanciata. Inoltre, non si contano le calorie, né si tiene conto del peso dei cibi.

Passati i 35 giorni si deve procedere con una fase di mantenimento mangiando in modo vario stando attenti alle varie combinazioni alimentari. Non solo, Mazel, ex bambina obesa che diventò lei stessa la star della dieta, affermava anche che è importante la masticazione. Tale processo dovrà essere lento e con una degustazione piena dei sapori.

Oltre all’acqua poi tra le bevande previste c’è solo un calice di champagne. E se si sgarra? Ad esempio se si mangia un pezzo di formaggio si può compensare con un pasto a base di ananas.

LEGGI ANCHE –> Virginia Raffaele e la dieta della colazione: ecco come fa ad avere il fisico alla Belen

Essendo comunque una dieta molto sbilanciata non si fonda su validità scientifica. Quindi occorre sempre prestare attenzione a come procedere nell’alimentazione e prima di iniziare un regime dietetico chiedere sempre il parere di un medico nutrizionista.