Gli errori da non commettere quando si vuole risottare la pasta

Quando si vuole risottare la pasta, ovvero cuocerla in padella con il sugo ecco gli errori da non commettere.

Premesso che noi italiani non prescindiamo dal cuocere la pasta in altri modi se non quello di lessarla in abbondante acqua bollente salata, si sta facendo largo negli ultimi tempi anche un altro metodo.

Forse in tanti storceranno il naso, ma risottare la pasta è un’alternativa per cuocerla in modo da creare una deliziosa cremina a patto che non si commettano alcuni banali errori.

risottare pasta
Fonte: Canva

Il rischio di questo metodo è infatti che la pasta posso diventare troppo scotta, o rimanere al contrario cruda. E ancora il condimento possa risultare troppo liquido se non dosiamo bene la quantità d’acqua. Scopriamo allora gli errori più comuni da non commettere quando si vuole risottare la pasta. 

LEGGI ANCHE –> Occhio a non commettere questi errori con il forno a microonde

Risottare la pasta: occhio agli errori!

Se anche voi siete fan della pasta cremosa e ben mantecata, con il sugo o il condimento attaccato ben bene su di essa sicuramente saprete cosa significa risottare la pasta, che un po’ lo stesso procedimento di quando si prepara il riso.

risottare pasta
Fonte: Canva

E anche se i detrattori della pasta risottata sono tanti, ci sono altrettanti ristoranti e chef più o meno stellati che invece hanno ormai adottato questo metodo per cucinare piatti di pasta più gustosi e invitanti.

In particolare è bene fare attenzione a non commettere dei banali errori che possono far scuocere la pasta, anziché farla venire più gustosa. Inoltre, dobbiamo ricordare che non tutti i condimenti si prestano a questa tecnica. Scopriamo allora quali sono gli errori più comuni da non fare quando si vuole risottare la pasta.

1) Scelta sbagliata della pasta. Non tutti i tipi e formati di pasta si prestano bene alla risottatura. La migliore è senza dubbio quella trafilata al bronzo e con una lenta essiccazione perché rilascia la giusta quantità d’amido.

2) Formati di pasta grossi. Se scegliamo dei formati di pasta troppo grandi rischiamo di non riuscire a far cuocere la pasta uniformemente. Il rischio è di non riuscire a ricoprire tutta la pasta d’acqua, o al contrario di metterne troppa, ottenendo di conseguenza un condimento liquido, proprio per tentare di ricoprirla tutta.

3) Pensare che tutti i condimenti siano adatti. La risottatura non è indicata quando il condimento ha già un ingrediente che si lega con la pasta, pensiamo all’uovo delle carbonara, una pasta con la panna o con la besciamella in tal caso alla pasta risulterebbe difficile reidratarsi e quindi cuocersi.

4) Sbagliare i tempi di cottura. Se cuociamo la pasta in acqua bollente e poi la risottiamo in padella rischiamo di esagerare con la cottura e di farla completamente scotta. In tal caso è bene allora solo calare la pasta nell’acqua bollente e farla cuocere per 2-3 minuti, poi scolarla e metterla direttamente a risottare in padella così da terminare li la cottura senza però scuocerla.

LEGGI ANCHE –> Se commetti questo errore le patatine fritte non saranno croccanti

Con questo pochi e semplici suggerimenti ora risottare la pasta non sarà più un mistero.