Se commetti questo errore le patatine fritte non saranno croccanti

Quando si preparano le patatine fritte in tanti commettono un errore che non le fa diventare croccanti: ecco di cosa si tratta. 

Le patatine fritte sono un comfort food per eccellenza e piacciono praticamente a tutti. Ad accompagnare un secondo piatto di carne o di pesce o con un pizza, ma anche come sfizio da consumare quando ci prende un attacco di fame.

Prepararle in casa poi è anche fonte di soddisfazione, perché potremo cucinarle in maniera più genuina essendo sicuri dei prodotti che adoperiamo. Spesso però accade che cucinandole home made si incappi in alcuni banali errori che ne compromettono la riuscita. 

patatine fritte errore
Canva photo

E proprio facendo alcuni passaggi sbagliati si rischia di preparare delle patatine poco croccanti, anzi, mosce e magari pure unte. Un vero peccato. Come ovviare allora a tale problema?

LEGGI ANCHE –> Patatine fritte perfette | Tutti i trucchi per farle croccanti

Ecco l’errore da non commettere per realizzare patatine fritte croccanti

Sono in tanti a cimentarsi nella preparazione delle patatine fritte in casa. Un piatto goloso che a prima vista può sembrare semplice da realizzare ma che invece riserva alcune sorprese se non si è molto esperti in cucina.

errore patatine fritte
Canva photo

Tra gli inconvenienti che possono capitare sicuramente c’è quello di cucinare patatine poco sfiziose: mollicce, piene di olio, e via dicendo. Se la patatina fritta non è croccante risulta infatti molto meno appetibile.

In particolare questo accade perché si commette un errore ovvero friggerle una sola volta. Molti non rispettano questo passaggio ma con la doppia frittura il risultato è garantito. Anche perché la prima frittura avviene ad una temperatura più bassa, mentre la seconda si fa con l’olio ancora più caldo. Ecco perché questo passaggio regala una squisita croccantezza alle patatine fritte. 

Non dimentichiamo poi che metterne troppe insieme contribuirà ad una cottura poco omogenea delle stesse e anche se ci vorrà più tempo per cuocerle tutte il risultato sarà davvero eccezionale.

Nello specifico vediamo come fare. Se abbiamo la friggitrice il problema della temperatura non si pone perché è lo stesso elettrodomestico che ci indicherà i gradi durante la cottura. Se invece friggiamo in padella avere un termometro da cucina di agevolerà facilmente nelle operazioni.

La prima frittura deve durare circa 5-6 minuti e dovrà andare a una temperatura di 160°-170°. Se non abbiamo né la prima opzione, né la seconda dovremo andare ad occhio e in tal caso scaldiamo l’olio e prima che vada a bollore gettiamo un piccolo pezzo di patata, se inizia a fare le bollicine e risale subito significa che è a temperatura.

Realizzata la prima cottura basterà scolare le patatine fritte, riscaldare l’olio ad una temperatura più elevata, in tal caso l’olio dovrà arrivare a 180°C-190°C. A questo punto si gettano le patate nell’olio e si lasciano cuocere per altri due minuti.

LEGGI ANCHE –> Ecco l’ingrediente segreto delle patatine extra croccanti come quelle del McDonald’s

Le patatine fritte diventeranno subito croccanti e dorate, quindi le scolate ed eliminate l’olio in eccesso con della carta da cucina. Visto che non cuoceremo tutte le patatine insieme possiamo man mano che le friggiamo durante la prima cottura tenerle al caldo nel forno a una temperatura di 100°C.