Bonus verde 2021 per giardini e terrazzi: a chi spetta e come richiederlo

Bonus verde 2021: approfittane ora per sistemare il giardino o il terrazzo di casa. L’agevolazione scadrà il prossimo 31 dicembre. Facciamo il punto sui lavori ammessi e i limiti di spesa.

Covid-19, crisi economica e incentivi statali: è su questo asse che si muove l’azione di governo per dare impulso alla spesa. E’ pioggia di bonus per i cittadini! Alcune agevolazioni scadono a fine anno, con possibile proroga al 2022 inclusa nella prossima legge di bilancio.

bonus verde 2021
(Adobe Stock)

Le risorse stanziate per l’acquisto di biciclette e monopattini elettrici sono terminate e c’è lo stop definitivo per l’agevolazione. Invece, tra gli incentivi riconfermati per l’anno venturo, c’è il bonus verde 2021. Un’occasione ghiotta per tutti quelli che non vedono l’ora di sistemare giardini e terrazzi.

Il bonus verde si inserisce nella cornice delle agevolazioni per la casa. Fino al 31 dicembre 2021 i contribuenti interessati alle opere di sistemazione a verde, coperture e giardini pensili possono usufruire di una detrazione Irpef del 36%.

In altre parole, chi esegue i lavori anticipa i soldi per l’intervento e, parte di essi, gli saranno poi “restituiti” con uno sconto annuale sull’Irpef da pagare.

Ma non è tutto: il documento programmatico di bilancio 2021-2023 proroga anche questi altri incentivi: ecobonus fino al 65%; bonus ristrutturazioni; bonus facciate; bonus mobili ed elettrodomestici fabbricati almeno in classe A+.

Il comparto edilizio guarda con fiducia a questi aiuti, puntando alla ripresa dopo mesi di crisi profonda. Tira un sospiro di sollievo anche il settore dell’arredo oudoor, che dal bonus verde trae grandi vantaggi.

Ma vediamo insieme come funziona nei dettagli l’agevolazione. Facciamo il punto sui requisiti richiesti, i limiti di spesa e le categorie ammesse al contributo.

Bonus verde 2021: limiti di spesa e lavori inclusi

Il bonus verde 2021 consiste in una detrazione Irpef del 36% sui costi sostenuti per la spesa di interventi finalizzati alla realizzazione o alla sistemazione di:

bonus verde 2021
(Adobe Stock)

LEGGI ANCHE –> Bonus asilo nido: scade a fine anno. A quanto ammonta e come richiederlo

  • pertinenze o recinzioni;
  • impianti di irrigazione;
  • pozzi;
  • coperture a verde;
  • giardini pensili.

Sono escluse dalla detrazione la manutenzione ordinaria e l’acquisto di attrezzature per le aree verdi. Inoltre, tra le spese non detraibili, rientrano anche quelle per gli interventi in economia fatti dal proprietario.

Ci sono buone notizie per fiorai e vivaisti: l’agevolazione copre i costi per l’acquisto di piante o arbusti, nonché il compenso per il giardiniere, qualora quest’ultimo abbia effettuato grandi potature.

Come per tutti i bonus, anche per questo c’è un limite alla spesa. Non può superare i 5mila euro, quindi la detrazione massima che si può ottenere è pari a 1.800 euro.

Ma c’è un altro aspetto molto interessante da considerare. Chi possiede due abitazioni potrà usufruire di un doppio bonus verde, poiché il limite dei 5.000 euro è calcolato per immobile e non a persona. Questo significa potere abbellire anche la seconda casa al mare o in montagna.

L’agevolazione fiscale si applica nella dichiarazione dei redditi e viene ripartita in dieci quote annuali di pari importo. Il bonus verde però, insieme a quello per mobili ed elettrodomestici ecosostenibili, è escluso dallo sconto in fattura e dalla cessione del credito.

L’Agenzia delle Entrate, inoltre, chiarisce che “in caso di immobili residenziali adibiti promiscuamente, sia come attività commerciale che per l’esercizio di una professione, la detrazione si riduce della metà. In tal caso, quindi, è pari a un massimo del 18% sulle spese sostenute, sempre nel tetto massimo di 5.000 euro”.

Ma vediamo ora chi sono i potenziali beneficiari del bonus. Possono richiederlo:

  • proprietari di immobili;
  • titolari di nuda proprietà;
  • chi ha l’usufrutto;
  • persone che hanno l’immobile in comodato d’uso;
  • inquilini in affitto;
  • case popolari;
  • condomini, enti pubblici o privati che corrispondono l’Ires.

Non c’è nulla di più piacevole che rilassarsi in un’accogliente area outdoor, alla fine di una lunga giornata di lavoro.

Crea la tua comfort zone sul terrazzo o in giardino con il bonus verde! Ora sai come funziona nei dettagli. Lo Stato ti agevola e tu approfittane subito!

I consigli di Chedonna.it: Portavasi da balcone e ringhiera con ganci

Caratteristiche:

  • ❤ La confezione include: 1 cesto per fioriera rettangolare in metallo 30x20x11,5 cm / 11,8×7,9×4,5 pollici.
  • ❤ Ornamentale e pratico. I portapiante sospesi possono fornire un forte supporto per le piante e aggiungere decoratività alle piante in vaso
  • ❤ Struttura ragionevole: forte capacità portante. La struttura meccanica aumenta notevolmente la capacità portante e la barra orizzontale nella parte inferiore rende il cesto più stabile.
  • ❤ Materiali di alta qualità. La cornice del fiore in ferro è cotta in una sala di verniciatura ad alta temperatura e il materiale più spesso rende il cesto di fiori quindi è resistente alla ruggine e durevole.
  • ❤ Multiuso. Metti le piante in vaso su balcone, terrazza, veranda, giardino, ferrovia, recinzione, muro cubico o conserva il gel doccia nella toilette, conserva le bottiglie di salsa di soia in cucina, ecc.

Prezzo Di Listino:
30,99 €

Nuova Da:
26,96 € In Stock
acquista ora