L’errore che commetti con il basilico quando prepari il sugo al pomodoro

Molti fanno un errore con il basilico quando preparano il sugo al pomodoro ovvero sbagliare i tempi di inserimento: ecco quando va aggiunto.

Il basilico è un’erba aromatica che si utilizza in molte pietanze della cucina italiana: soprattutto nei primi piatti a base di pomodoro, ma anche nella salsa per la pizza, e nel pesto alla genovese diventa addirittura l’ingrediente protagonista.

Come qualsiasi prodotto fresco anche il basilico ha le sue modalità per essere utilizzato al meglio così da esaltare il suo aroma nei piatti. Non commettere errori è perciò fondamentale per un suo equilibrato e corretto uso.

In particolare quando prepariamo il sugo al pomodoro il basilico è un ingrediente quasi imprescindibile se si vuole ottenere una salsa profumata ed aromatica. Molti però commettono un grave errore sbagliando i tempi di inserimento: ecco quando va aggiunto.

LEGGI ANCHE –> Ecco l’errore per cui il caffè con la moka viene amaro 

Ecco l’errore da non fare con il basilico quando lo aggiungiamo nel sugo

Il sugo al pomodoro è un grande classico della cucina italiana e diversi sono i metodi e le ricette per prepararlo. C’è chi utilizza l’aglio, chi la cipolla e chi un mix di odori. Una cosa però è certa il basilico è uno degli ingredienti che non deve mai mancare.

errore basilico sugo
Canva photo

Per rendere infatti una salsa aromatica l’utilizzo del basilico è praticamente un must. Ma non tutti sanno quando è il momento giusto per aggiungerlo. Molti commettono un grave errore che poi si ripercuote inevitabilmente sul sapore della ricetta.

Sono tanti a non conoscere il segreto per un corretto utilizzo del basilico: in particolare questa pianta aromatica offre il meglio di sé quando è usata a crudo. Se cotto infatti rischia di diventare amaro inficiando così sul sapore della ricetta.

A crudo il basilico sprigiona tutto il suo aroma, mentre se cuoce ad una temperatura superiore ai 60° rilascia un sapore amarognolo. Infatti, accade che molti commettono il banale errore di aggiungerlo nel pomodoro all’inizio facendolo cuocere per tutto il tempo insieme alla salsa.

In questo modo il basilico andrà ad una temperatura ben superiore ai 60°C e diventerà amarognolo. Il segreto, dunque, è quello di metterlo nel sugo solo alla fine, poco prima di condire la pasta. Così facendo il basilico manterrà inalterato tutto il suo gradevole odore conferendo alla salsa quel tipico sapore mediterraneo inconfondibile.

Detto ciò, si può affermare che esistono alcune varietà di basilico, tra cui quello napoletano, che resistono un po’ meglio al calore ma è solo un’impressione. Infatti, questa varietà è in genere usata nella pizza. Se ne mette qualche fogliolina sopra di essa prima di inserirla nel forno a legna. In questo caso però il basilico si cuocerà solo per pochi minuti e quindi è più difficile andare incontro al processo che invece subirebbe bollendo nel sugo di pomodoro per tempi molto più lunghi.

LEGGI ANCHE –> Radicchio: ecco gli errori da non fare per gustarlo al meglio 

Non dimentichiamo infine, come ultima dritta, di spezzare il basilico con le mani e non con un coltello così da evitare di farlo ossidare.