Pane da congelare? Gli errori da non fare per averlo sempre croccante

Congelare il pane nel modo corretto è un buon modo per risparmiare e per garantirsi al contempo del pane sempre pronto per essere gustato. Farlo ti riesce difficile? Ecco gli errori da non commettere mai.

Quando si parla di pane, è ben noto come sapersi giostrare con la giusta quantità sia spesso molto difficile. Ciò capita sia quando si acquista per se o per la propria famiglia che quando si hanno ospiti a cena. Comunque vadano le cose, il risultato è sempre lo stesso: il pane che avanza.

pane da congelare errori
(Adobe Stock photo)

Ciò può avvenire perché la paura di rimanere senza spinge sempre a comprarne più del necessario o perché qualcuno sceglie improvvisamente di non mangiarlo. Alla fine dei conti, il motivo non è così importante perché ciò che davvero conta è l’uso che si sceglie di farne.

Buttarlo via è infatti fuori discussione e se in tanti amano mangiarlo il giorno dopo a colazione (cosa che tra l’altro è salutare) o farne delle bruschette, esiste sempre la possibilità di non sapere cosa farne. In tal caso, il congelatore si rende davvero utile per ospitarlo.

Per far si che il pane si mantenga bene e che una volta scongelato torni ad essere croccante e fragrante, ci sono però degli errori che non vanno mai commessi e che, invece, la maggior parte di noi fa puntualmente.

Hai del pane da congelare? Gli errori da non fare mai più

Se anche a te è capitato di congelare il pane per poi scoprirlo immangiabile, sai bene come questo sia un problema che tende a far passare la voglia di affidarsi al congelatore.

pane da congelare errori
(Adobe Stock photo)

Ebbene, la buona notizia è che la soluzione c’è e che consiste nell’evitare alcune mosse decisamente sbagliate che compiamo ogni volta che congeliamo il pane.

LEGGI ANCHE -> Zucca al forno: gli errori da non commettere per un risultato perfetto

Congelare il pane già secco. Il primo errori che molti commettono è anche quello che va assolutamente evitato. Aspettarsi un pane fragrante quando lo si congela già secco è infatti come chiedere un miracolo. I prodotti congelati tendono a restare per come sono. Ne consegue che se si vuole un panino fresco e fragrante lo si dovrà congelare quando è ancora in queste condizioni. Poco importa, quindi, se si è stanchi dopo una lunga serata con gli amici. Il pane va congelato prima di andare a dormire. In alternativa meglio gustarlo a colazione o farne delle bruschette.

Riporlo a casaccio nel freezer. Per un buon pane scongelato bisogna curare il momento del congelamento. Ciò significa non andare a casaccio. Invece di ficcare panini a caso nel primo spazio disponibile occorre impacchettare tutto per bene e scegliere il primo cassetto del congelatore. Il pane si congelerà prima e ciò lo aiuterà a mantenersi intatto una volta tornato a temperatura ambiente.

Scongelarlo velocemente. Per tornare al suo stato iniziale, il pane ha bisogno del suo tempo. Scongelarlo dieci minuti prima del suo utilizzo per cacciarlo in forno è quindi sbagliato. Quando si sa di dove usarlo è importante dargli almeno tre ore di tempo fuori dal congelatore. Solo allora, e cioè quando il pane si sarà scongelato, si potrà decidere di metterlo in forno per farlo tornare croccante come appena acquistato o preparato.

LEGGI ANCHE -> Brodo vegetale: gli errori da non commettere per un risultato eccezionale

Imparare ad evitare errori di distrazione o nati dalla mancanza di alcune nozioni è il miglior modo per poter contare su un prodotto fragrante e croccante come il primo giorno. Cosa che renderà il pane avanzato un motivo per cui sorridere e fare scorta e non più un problema da risolvere.