Pesce grigliato: gli errori da non fare per evitare il disastro

Quando si prepara il pesce grigliato dobbiamo stare attenti a non commettere alcuni banali errori di preparazione: dalle scelte sbagliate ai condimenti errati. 

L’estate sta finendo ma ancora c’è tempo per preparare qualche ultima grigliata per salutare definitivamente la stagione. E allora anziché quella di carne perché non cimentarsi nella grigliata di pesce?

Un’alternativa golosa e salutare rispetto alla solita grigliata di carne che di sicuro farà felice anche chi è a dieta. Non solo, con il pesce ci si può sbizzarrire in tante varietà anche se diciamolo, non tutti i pesci sono adatti ad essere grigliati e dopo scopriremo perché. 

errori grigliata pesce
Fonte: Canva

Vediamo allora tutti gli errori da non commettere con la grigliata di pesce: dalle scelte sbagliate ai condimenti errati. Ecco un elenco dei più comuni e che rischiano di compromettere la riuscita del nostro bel pranzo all’aperto.

Ecco gli errori da non commettere con il pesce grigliato

Di carne o di pesce la grigliata è sempre un’occasione per trascorrere del tempo insieme, in famiglia o con gli amici. Quando si prepara infatti del cibo grigliato in genere poi si mangia all’aperto e in compagnia.

E visto che ormai siamo agli sgoccioli delle belle giornate è bene approfittare di queste ultime giornate di bel tempo per organizzare allegre grigliate all’aperto. Anziché la solita carne possiamo anche farla di pesce.

grigliata pesce
Fonte: Canva

Sicuramente sarà una buona occasione per consumarlo in compagnia. Ma per realizzare la grigliata di pesce occorre anche sapere come fare. Spesso infatti in molti si cimentano in questa preparazione senza conoscere trucchi e segreti, cadendo in banali errori che rischiano di compromettere tutto il lavoro. E allora scopriamo quali sono le mosse da evitare quando si organizza una grigliata di pesce. 

1) Scegliere male il pesce. Siamo d’accordo che non tutto il pesce è adatto alla cottura alla griglia. Perché? Semplicemente perché alcuni tipi diventano duri, secchi e stoppacciosi. I migliori pesci da grigliare sono senza dubbio il tonno, il salmone e il pesce spada. Sono i tre pesci che hanno la consistenza più simile alla carne. Ricordiamo però di non tagliare le fette troppo sottili altrimenti saremo punto e a capo. Minimo dovranno essere di 3 centimetri.

2) Esagerare con la cottura. Non dobbiamo cuocere il pesce per tempi troppo lunghi altrimenti il rischio è quello di farlo diventare secco. Per tonno e salmone basteranno all’incirca 3-4 minuti per lato. Con lo spada calcoliamo un minuto in più. Per calamari e seppie i tempi sono di circa 6-7 minuti. Insomma a differenza della carne la grigliata di pesce è molto più veloce in quanto a tempi di cottura, quindi occhio!

3) Braci troppo calde. Se il pesce che andiamo a cuocere alla griglia è molto grosso dovremo evitare le braci troppo roventi altrimenti finiremo per bruciarli fuori e lasciarli crudi dentro. Meglio in questo caso optare per un cottura più lenta.

4) Sale in cottura. Altro errore da non commettere è aggiungere il sale mentre il pesce cuoce, questo non farà che seccarne le carni. Meglio allora fare una bella marinatura prima di metterlo sulla griglia.

5) Dimenticare di ungere il pesce. Va bene mettere un po’ d’olio o sul pesce o sulla griglia, questo farà sì che non si asciughi, specialmente se si tratta di un pesce poco grasso.

6) Non fare la marinatura. Essa aiuterà il pesce a cuocere meglio e a non seccarlo durante la cottura. Non dimentichiamo inoltre gli aromi che conferiranno un sapore squisito al nostro pesce.

LEGGI ANCHE –> Peperonata sublime, tutti gli errori da evitare: provate anche voi 

7) Sbagliare il contorno. Infine, non dimentichiamo che con il pesce alla griglia ben si sposano le verdure grigliate: zucchine, peperoni, pomodori e così via.