Il poster del film su Lady Diana è bellissimo, ma “lei” sarà all’altezza?

Il film su Lady Diana, intitolato “Spencer” non sarà il solito film dal taglio documentaristico: lo ha affermato il regista, che ha tentato di raccontare Diana dal punto di vista emotivo. Se questo era il suo obiettivo, però, perché ha scelto proprio “lei”?

La Principessa Diana è stata uno dei simboli più perfetti degli ultimi decenni. Ragazza ingenua e piena di umanità, sposa infelice e madre meravigliosa, il suo personaggio ha letteralmente sconvolto la storia della famiglia reale e del mondo.

 

Proprio per questo motivo non stupisce che sulla storia e sulla vita di Lady Diana sia stato detto di tutto, scritto di tutto e filmato di tutto.

Tra le ultime opere cinematografiche che hanno avuto una Diana come protagonista è The Crown, serie Netflix di cui recentemente è stata annunciata la quinta serie e la nuova attrice che interpreterà la Principessa del Galles.

C’era davvero bisogno, quindi, di un ennesimo film su Diana Spencer? Evidentemente sì, o almeno questo è quello che pensa il regista premio Oscar Pablo Larrain, lo stesso che ha girato “Jackie”. Il regista avrà saputo raccontare la storia di Diana nella stessa maniera incisiva e delicata con cui ha raccontato della sfortunata moglie del Presidente Kennedy?

Probabilmente sì, ma già si stanno diffondendo voci molto critiche sulla scelta dell’attrice protagonista.

Kristen Stewart sarà all’altezza del film su Lady Diana?

film lady diana
(Instagram)

L’attrice scelta per sostenere la parte di Lady Diana Spencer è Kristen Stewart che, per intenderci, è la Bella di Twilight.

L’attrice, giovane e bellissima, certamente assomiglia alla Principessa Diana, ma è anche diventata famosa per il fatto di avere una sola espressione! 

Qualcuno sta già malignando, infatti, che il motivo per cui il poster del film non ritrae il suo viso, ma la sua schiena, sia dovuto al fatto che di schiena la Stewart sappia essere più coinvolgente … che cattivi!

In realtà, malignità a parte, il poster scelto per presentare al mondo il nuovo film su Lady Diana è perfetto per trasmettere la sensazione di essere intrappolata in una vita perfetta che Diana ha provato a lungo, soprattutto durante la profonda crisi del suo matrimonio con Carlo.

Secondo gli esperti l’abito del poster è quello che Diana avrebbe indossato per la cena di Natale a Sandringham del 1991, quella durante la quale annunciò alla Famiglia Reale al completo che aveva intenzione di chiedere la separazione dal Principe di Galles.

Proprio gli abiti di Lady Diana sono stati curati in maniera maniacale dalla costumista Jacquelin Durran, che si è impegnata a replicare nella maniera più esatta possibile lo stile di Diana e a utilizzare gli abiti per comunicare gli stati d’animo della Principessa Triste.

Per quanto riguarda il momento storico in cui il film è stato girato e sarà distribuito, sono stati in molti a chiedersi se è stata una scelta intelligente far uscire il film mentre si è prossima l’uscita della quinta stagione di The Crown, della quale Diana sarà la protagonista praticamente indiscussa.

La risposta è sì: il 2021 è l’anno in cui Diana avrebbe compiuto 60 anni, quindi l’attenzione mediatica sulla sua storia è tornata altissima, come hanno dimostrato anche William e Harry inaugurando la statua di Lady D.

Leggi Anche => Il piccolo miracolo di Lady Diana per William e Harry nel giorno del suo compleanno

Infine, non bisogna dimenticare che nel 2022 saranno esattamente 25 anni dalla morte di Lady D, che si è spenta in un tragico incidente stradale il 31 Agosto 1997, quindi il film sarà accompagnato sicuramente da altre celebrazioni nel ricordo della Principessa del Galles. Non si tratta quindi di una manovra commerciale ingenua: al contrario, è il momento più esatto possibile per programmare un film sulla storia di Lady Diana Spencer.

Come vivranno William e Harry questa nuova narrazione intorno alla figura più importante della loro vita? Probabilmente affermeranno di non aver guardato il film ed eviteranno accuratamente qualsiasi commento o qualsiasi domanda sulla questione, ma di certo non potranno evitare di pensare che fu proprio tutta l’attenzione mediatica che si riversò su Diana a renderle la vita così difficile e così infelice.