Cosa c’entra la famiglia d’origine del tuo partner con la tua coppia? Scopriamolo insieme (è importantissimo)

Quanto è importante la famiglia d’origine nella coppia? Scopriamolo subito insieme anche se possiamo già fare uno spoiler: tantissimo!

Anche se tutti abbiamo sperato di separare la nostra dolce metà dalla sua famiglia, vogliamo subito chiarire una cosa importante.
Il tuo partner è anche e soprattutto il frutto della sua famiglia: non puoi assolutamente ignorare l’impatto dei suoi familiari nella vostra vita di coppia!

Oggi cerchiamo di analizzare meglio il fenomeno, in modo da non incappare in brutte sorprese: che dici, vale la pena fare un tentativo?
(Anche se dovrai riconoscere molto presto che il tuo adorato compagno è la fotocopia di quell’antipatica di sua madre?)

Famiglia d’origine e coppia: conoscere una vuol dire vedere il futuro dell’altra

famiglia d'origine e coppia
(fonte: Canva)

A nessuno fa piacere pensare che, con il passare degli anni, si finisce per assomigliare tantissimo ai proprio genitori.
Ehi, niente di male in questo: mamme, papà, caregiver o chiunque ci abbia cresciuto sono (generalmente) persone fantastiche, a cui dobbiamo tutto!

Innegabilmente, però, genitori o parenti stretti hanno la capacità di farci saltare i nervi in un batter d’occhio: non parliamo, poi, di quando gli presentiamo la nostra dolce metà!
Ci sono coppie fortunatissime che si inseriscono immediatamente e senza problemi nella famiglia del partner; altre, invece, sono un poco più sfortunate.

LEGGI ANCHE –> I suoceri sono troppo invadenti e la coppia ne risente? 5 consigli fondamentali per rimettere ognuno al suo posto

A prescindere che i tuoi suoceri ti stiano simpatici od antipatici, che i fratelli del tuo partner siano dei piccoli demoni o i tuoi migliori amici, conoscere la famiglia d’origine del tuo partner è importantissimo per la tua coppia.
Ecco perché!

Innanzitutto, dobbiamo smettere di pensare al rapporto sentimentale come ad un rapporto tra due parti e basta.
No, siamo sempre in tre (ahia, direte voi, ma ovviamente non intendiamo che ci sono amanti o suocere di troppo in mezzo).
In una relazione ci siete sempre: tu, lui (o lei o chicchessia) e la relazione stessa.

Voi due insieme siete un prodotto che si forma a seconda delle vostre due individualità; e sì, avete già indovinato, le vostre due individualità derivano dalle vostre famiglie d’origine!
Noi ovviamente non ti stiamo consigliando di indossare il cappello di Sherlock Holmes, munirti di una lente d’ingrandimento e studiare a fondo la famiglia del tuo partner durante feste e compleanni.
(Non sarebbe veramente giustificabile, quindi non lo fare!).

La famiglia del tuo partner (e viceversa) influenza la tua relazione

Quello che cerchiamo di dirti, è che la famiglia del tuo partner è un grande indicatore della persona che il tuo compagno è o sarà in futuro.
Non ci credi? Guarda come si rapportano i genitori del tuo compagno oppure qual è il modo in cui i tuoi suoceri interagiscono con ognuno dei propri figli.

Cerca poi di rivedere qualche parallelismo nel tuo partner: ancora non ti sembra che stiano emergendo? Ti basterà crescere e far crescere la relazione insieme per notare che ci sono alcune similarità decisamente sconcertanti.
Un vecchio detto sostiene che quando sposi qualcuno sposi anche tutta la sua famiglia: diciamo che ha un 80% di ragione, vogliamo?

LEGGI ANCHE –> Vuoi diventare amica delle sorelle o dei fratelli del tuo fidanzato? Ecco perché e anche come fare!

Le dinamiche ed i modi di fare che puoi notare nella famiglia d’origine del tuo partner sono alla base (te lo assicuriamo) anche della vostra relazione.
State “fondendo” i vostri mondi interiori ed esteriori ed il risultato, se non state ben attenti, potrebbe essere disastroso!
Eh sì, perché, ovviamente, non è solo il tuo partner ad essere influenzato dalla sua famiglia d’origine ma… anche tu! (Però non dalla sua famiglia d’origine: dalla tua!).

Cercare di capire in che modo la famiglia d’origine del partner influenzi la coppia è fondamentale per far sì che il vostro rapporto, qualunque esso sia, funzioni.
Magari si tratta di chiudere un occhio su certe dinamiche che ti sembrano “complicate” oppure cercare di affrontare problemi più grandi delle piccole litigate, rifacendosi al paradigma che potete vedere nelle vostre famiglie.
Insomma, il lavoro da fare è tanto ma fortunatamente avete due esempi di famiglie da cui prendere ispirazione o da cui allontanarvi prepotentemente se non vi piace quello che vedete.

Non dovete lavorare su una tela bianca: meglio così, no?