Harry pronto a tutto per difendere Meghan: la Corona trema per quello che potrebbe rivelare

Il libro di Harry potrebbe contenere delle bugie per difendere la moglie: è quello che teme lo staff della Regina Elisabetta, ma perché Harry dovrebbe mentire? 

Alla corte della Regina Elisabetta II tutti i membri della Famiglia Reale hanno un nomignolo con cui sono indicati bonariamente dai membri dello staff. Per esempio quello della Regina è The Firm, cioè “L’Azienda”, e le fu appioppato proprio dal compianto e spiritosissimo Principe Filippo.

Quando Harry viveva a palazzo era soprannominato “Ginger”, a causa dei suoi capelli rossi, ma il soprannome più crudele è stato quello appioppato a Meghan Markle.

La Duchessa, infatti, veniva indicata come “Me – Gain”, due parole inglesi che hanno un suono molto simile a quello del nome Meghan ma che significano, alla lettera “ci guadagno io”.

Fin da principio, quindi, lo staff di palazzo aveva chiaro il carattere della moglie di Harry, disposta a tutto per ritagliarsi una fetta di potere all’interno del difficilissimo ambiente della Corte di Londra.

Il problema nacque quando Meghan cominciò a maltrattare tutti coloro che erano stati assegnati al suo staff personale. Molti di loro erano impiegati fedeli alla Corona che lavoravano da anni con i membri della Famiglia Reale e che quindi avevano una grande esperienza nel loro lavoro, ma pare che Meghan non si facesse alcun problema a offenderli o addirittura a ridurli alle lacrime, come pare sia successo ad alcune giovani donne alle sue dipendenze.

Questa situazione letteralmente esplosiva si concretizzò in una denuncia per bullismo a carico di Meghan, la quale sta ancora subendo le pesantissime conseguenze di quell’episodio.

Cosa c’entra questo con il libro che Harry ha scritto sulla propria vita e che sta facendo tremare la Corona?

Il libro di Harry racconterà la verità? La Famiglia Reale si sta preparando

libro harry
(Instsagram)

Appena dopo la chiacchieratissima Megxit Harru e Meghan fecero uscire un libro in cui raccontavano la propria storia fino a quel momento: Finding Freedom, cioè “In Cerca della Libertà”.

Già la versione dei fatti contenuta in quel libro destò parecchie preoccupazioni alla Famiglia Reale Britannica, ma pare che Finding Freedom non contenesse chissà quali accuse. Quello che però Harry si sta apprestando a scrivere è invece la sua autobiografia, cioè il libro che percorrerà tutta la vita del Principe dalla nascita alla sua attuale vita in America, attraversando naturalmente tutti gli anni trascorsi a Corte.

Per i primi quattro capitoli Harry avrebbe ricevuto 14,7 milioni di Sterline (circa 20 milioni di Dollari) dalla sua casa editrice, la Penguin Random House, e naturalmente molti altri arriveranno quando il libro sarà concluso. La sua pubblicazione è prevista per il 2022, cioè in concomitanza con il Giubileo di Platino della Regina Elisabetta II, che in quell’anno festeggerà i suoi (primi) 70 anni di Regno.

Come se questa già non fosse una provocazione, lo staff di corte è preoccupatissimo per quello che Harry potrebbe scrivere in quel libro pur di difendere la moglie. 

Negli ultimi mesi, infatti, Meghan ha affermato che le accuse dello staff erano calunnie e che non c’era nulla di vero in merito ai suoi comportamenti violenti nei confronti delle persone che lavoravano con lei.

Contro di lei però ci sono altre prove, molto più recenti: pare infatti che anche negli Stati Uniti, mentre passava da una casa all’altra, Harry e Meghan abbiano avuto moltissimi problemi con il loro staff, che in un’occasione pare abbia addirittura minacciato di licenziarsi in tronco!

Leggi Anche => Perché in America Harry e Meghan hanno continuato a cambiare casa? Il vero motivo dietro i (troppi) traslochi

Nel 2018 i Sussex si sono spinti ad affermare che le false accuse da parte dello staff facevano parte di una campagna di comunicazione sostenuta indirettamente dalla Corona per screditare Meghan.

Il cosiddetto “gruppo dei sopravvissuti”, formato da coloro che hanno resistito a Meghan senza licenziarsi, pare stia già correndo ai ripari ed è pronto a denunciare i Sussex per qualsiasi menzogna sia contenuta nel libro.

A capeggiare il gruppetto ci sarebbe Jason Knauf, ex segretario delle comunicazioni di Harry e Meghan: fu proprio lui a denunciare il comportamento di Meghan al Principe William. Da allora William odia profondamente sua cognata e le ha rivolto offese quasi volgari (per un futuro Re d’Inghilterra).

Il problema sta nel fatto che i membri dello staff di Corte sono tenuti a tenere il massimo segreto su tutto ciò che sentono e che vedono all’interno dei Palazzi dove lavorano. Se, per difendersi, i membri dello staff di Corte rivelassero informazioni riservate, la loro fedeltà nei confronti della Regina sarebbe compromessa. Che fare? Harry e Meghan la passeranno liscia?