Tutti gli errori da evitare quando si prepara un semifreddo: occhio alle temperature!

semifreddo
Fonte: Canva

Quando ci si cimenta nella preparazione del semifreddo può capitare di cadere in alcuni errori: ecco i più comuni che compromettono il risultato finale. 

Si fa presto a dire semifreddo. Con l’arrivo della bella stagione quante di noi si sono cimentate nella preparazione di questo delizioso dessert? Rispetto a un ciambellone però dobbiamo ammettere che realizzare un semifreddo è un’impresa molto più ardua, degna di un’opera di pasticceria. 

Ma ormai sono tante le persone che preferiscono provare a realizzare un dolce homemade, anche se più difficile, potendo così scegliere in prima persona tutti gli ingredienti e sapere cosa si è utilizzato.

Il semifreddo però nasconde diverse insidie. Uno degli errori più comuni è che il semifreddo sia troppo duro. Quante volte ci sarà capitato di toglierlo dal freezer e non riuscire a mangiarlo. Ma al contrario anche che si sciolga troppo in fretta. Scopriamo allora gli errori da non commettere con il semifreddo.

Ecco gli errori da non commettere con il semifreddo

semifreddo caffè
Fonte: Canva

Il semifreddo è uno dei dolci più buoni da acquistare in pasticceria. A metà fra un dessert e un gelato il semifreddo può essere un perfetto dolce per completare un pasto adatto anche alle occasioni importanti.

Solitamente lo troviamo nei congelatori delle pasticcerie e va consumato tra i -6° e i -18°. Nonostante ciò non dovrà essere duro ma morbido e spumoso, anche se naturalmente lo consumiamo bello freddo.

Al caffè, ai lamponi, alle fragole, al pistacchio e così via, sono tanti i gusti a cui possiamo realizzarlo: tutto dipende da quello che più preferiamo. Alla base però dobbiamo assolutamente stare attenti ad alcuni errori di base che rischiano di compromettere per sempre il nostro risultato finale. Scopriamo allora gli errori da evitare con il semifreddo.

LEGGI ANCHE –> Gelato cremoso e non ghiacciato: tutti i passi falsi da non commettere per un risultato da gelateria

1) Non porre attenzione alle temperature. Uno dei primi e fondamentali errori che si possono commettere quando si realizza un semifreddo è non prestare attenzione alle temperature. Innanzitutto se operiamo in un ambiente oltre i 20°C già vi diciamo che state commettendo il primo errore. In secondo luogo dovrete montare la panna quando è molto fredda, anzi freddissima. Non solo anche le uova montate dovranno stare tra i 20° e i 25°C. E poi altro fondamentale passaggio è mettere subito nel congelatore il semifreddo così da abbassare la temperatura il prima possibile.

2) Il secondo errore che più spesso capita è di fare un semifreddo troppo dolce. Sbagliare la quantità di zucchero è molto più comune di quanto si pensi. Ricordiamo però che quando prepariamo il semifreddo lo zucchero dovrà sempre essere prima trasformato in sciroppo. Questo perché lo sciroppo non farà ghiacciare il semifreddo.

3) Cottura errata delle uova. Infine dobbiamo porre estrema attenzione alle uova. Se infatti sono poco cotte rimarranno più liquide rispetto agli altri ingredienti e tenderanno a scendere sul fondo. Al contrario se l’uovo è troppo cotto formerà dei grumi. Per non incappare in questo sbaglio meglio munirsi di un termometro da cucina.

Rispettando questi pochi passaggi potrete preparare un ottimo semifreddo. Qui trovi la ricetta del un semifreddo zuccotto con fragole, mascarpone e panna.