Ti sveliamo i trucchi per riutilizzare le bucce di limone usate per il limoncello. E’ semplicissimo!

bucce
(Adobe Stock)

Non sai come riutilizzare le bucce usate per il limoncello? Con questi trucchi è facile e veloce. Hai diverse opzioni, puoi anche essiccarle! Scopri di più.

Gli sprechi in cucina non sono ammessi, soprattutto in questo periodo di grave crisi economica. Dobbiamo sforzarci di fare del nostro meglio per riutilizzare cibi avanzati e bevande lasciate a metà. A tal proposito, ecco come riciclare il prosecco avanzato dopo un brindisi!

Insomma, con un po’ di fantasia, puoi abbattere gli sprechi e rendere più leggera la pattumiera dell’organico. L’elenco degli scarti alimentari che si possono riciclare è lungo! In alcuni casi, il riutilizzo è più intuitivo. Per esempio, quasi tutte sappiamo che i fondi del caffè si trasformano in un ottimo fertilizzante per piante e fiori.

In questo articolo vogliamo concentrarci sul limone, agrume prezioso con tante proprietà benefiche per il nostro corpo. La sua scorza è ricca di vitamine, in particolare di vitamina C; ne contiene fino a 10 volte in più della polpa. Usiamo le bucce di limone per preparare il limoncello; ma come possiamo poi riutilizzarle? Scopriamolo insieme!

Come riutilizzare le bucce di limone usate per il limoncello

bucce
(Adobe Stock)

Il limoncello è tra i liquori più apprezzati. E’ perfetto da offrire agli ospiti, alla fine di un pranzo o di una cena. In giro si trovano tantissime ricette per prepararlo in casa. Più o meno sono tutte uguali, c’è soltanto qualche consiglio della nonna per far riuscire meglio  questo o quel passaggio.

Per fare un buon limoncello, ci vogliono degli ottimi limoni con bucce sane e spesse. Devono macerare nell’alcol, assieme agli altri ingredienti. In genere occorrono 10 limoni non trattati (oppure l’equivalente di 300 gr di bucce) per ogni litro di alcol puro al 95%.

Di solito si preferisce usare le bucce di limone che poi, alla fine della preparazione del liquore, diventano un prodotto di scarto. Ma buttarle è un errore imperdonabile perché possono essere riutilizzate. Ecco tre idee proposte da fusillialtegamino.blospot.com.

LEGGI ANCHE –> Limoncello fatto in casa: ricetta facile con 4 ingredienti

  • Bucce di limone sciroppate – Raccogli in una ciotola quelle che hai usato per il limoncello. Lasciale raffreddare per tutto il tempo necessario. Procurati un contenitore con chiusura ermetica e mettile a macerare in uno sciroppo a base di acqua e zucchero (in parti uguali). Con questo metodo puoi conservarle per mesi ed utilizzarle, per esempio, per decorare i tuoi dolci.
  • Bucce di limone surgelate – Tirale fuori dall’alcol, triturale e conservale in un sacchetto per alimenti da congelare. Se fai così, potrai utilizzarle ogni volta che vuoi per insaporire impasti di dolci (frolle, crostate, pan di spagna etc.). Con questo metodo, puoi conservarle per mesi!
  • Bucce di limone essiccate – Dopo averle usate per la preparazione del limoncello, mettile ad asciugare bene. Ad essiccazione conclusa, potrai triturale fino ad ottenere una gustosa farina di limone, ideale per dolci. Certo, questo procedimento è un po’ più lungo, ma non così complicato!

Ora sai come riciclare le bucce di limone dopo il limoncello! Ti abbiamo descritto tre metodi molto veloci, con risultato perfetto assicurato. Li abbiamo già provati, fidati!

I consigli di Chedonna.it: Pallini Limoncello – 200 ml (50 ml x 4 bottiglie)

Caratteristiche:

  • L’originale liquore al limone creato secondo un’antica ricetta familiare con i limoni di Amalfi.
  • Nasce dall’infusione del pregiato “Limone Costa D’Amalfi IGP” raccolto a mano nelle terrazze di Vietri Sul Mare. Questo limone è noto per le proprietà rinfrescanti, l’estrema dolcezza e la bassa acidità. Per questo è l’unico limone buono da gustare con tutta la buccia.
  • Pallini è Kosher, Gluten, GMO & Pesticides Free
  • Tre volte vincitore del Quality Award come “Limoncello preferito dagli Italiani”

Prezzo Di Listino:
12,90 € (3,22 € / unità)

Nuova Da:
12,90 € (3,22 € / unità) In Stock
acquista ora