Mai più silicone annerito in bagno: ti basterà questo ingrediente che tutte abbiamo in cucina

Non sempre occorrono prodotti aggressivi e specifici per porre rimedio a ciò, talvolta basta poco. Scopri come pulire il silicone nero con rimedi economici.

Il silicone è indispensabile in cucina e in bagno è un sigillante che non può mancare, va messo tra la vasca e piastrelle, lavello e piastrelle e non solo, è indispensabile per impedire così il passaggio di fluidi. Non si può fare almeno del silicone in casa, ma spesso ci si ritrova di fronte ad un vero e proprio problema che si annerisce nel tempo a causa dello sviluppo di muffa. Infatti si rovina spesso tra le giunture e il silicone si annerisce, ma noi vi sveliamo i trucchi per sbiancarlo senza difficoltà e soprattutto con ingredienti che avrete in casa.

Come pulire il silicone nero: trucchi infallibili e a costo zero

silicone
Fonte foto: Adobe Stock

E’ capitato a tutti di ritrovarsi in bagno e in cucina con il silicone annerito, purtroppo si sa che la muffa è un fungo che trova il suo habitat in zone particolarmente umide. Si sa che anche la formazione del vapore acqueo non gioca a favore.

E’ di certo non è bello a vedersi, macchie nere che sono davvero antiestetiche. Ma noi abbiamo una soluzione a questo, ecco come procedere. E’ inevitabile che quando si utilizza il lavello in cucina o lavandino, vasca e doccia in bagno rimanga dell’acqua sui bordi dove sta il silicone. Se non si asciuga a lungo andare si può sviluppare la muffa, ma si rimedia in questo modo.

Preparate una soluzione di acqua tiepida e candeggina, imbevete dei batuffoli di cotone nella soluzione e lasciate agire un pò sulle zone interessate. Dopo una mezz’ora strofinate energicamente con lo spazzolino o spugna morbida e poi lavate con abbondate acqua ma è necessario asciugare bene con un panno di cotone pulito.

Se non preferite l’odore forte della candeggina, potete optare per un rimedio naturale, con aceto di vino bianco e bicarbonato.

Preparate una soluzione che metterete in una bottiglia spray aceto e bicarbonato, 3 parti di aceto e una di bicarbonato. Agitate e poi vaporizzate direttamente sulla zona e lascerete agire per mezz’ora, poi procedete come consigliato sopra con uno spazzolino pulite più volte. Sciacquate e asciugate per bene. In alternativa potete preparare un composto cremoso di aceto e bicarbonato che andrete ad applicare direttamente sul silicone annerito. Poi dopo mezz’ora pulite con lo spazzolino, sciacquate e asciugate.

LEGGI ANCHE–>Dopo il wc è l’oggetto più sporco del bagno: ecco i rimedi della nonna per pulirlo bene

Questo sono soluzioni che potete seguire tranquillamente a casa se non volete avvalervi dei prodotti industriali che trovate nei prodotti specializzati. Ma se possiamo vi sveliamo alcuni trucchi per prevenire tutto questo. Il nemico numero uno della muffa è l’acqua, quindi il segreto sta nel rimuovere bene l’acqua ogni volta.

Con un panno asciutto rimuovete l’acqua residua insistendo proprio nelle giunture è li che si forma maggiormente la muffa. Inoltre ricordate che le stanze come cucina e bagno necessitano di circolo di aria, in particolar modo in bagno dopo che avete fatto la doccia o il bagno. Il vapore potrebbe solo intensificare il problema. La muffa che si svilupperà nel tempo può essere non solo un problema estetico, ma anche si salute. Purtroppo la muffa potrebbe essere responsabile di eventuali reazioni allergiche, quindi non trascurate. In caso di muffa in casa ecco i rimedi infallibili da utilizzare.

Da leggere