Gessica Notaro: dal dramma alla rinascita. Le toccanti parole

E’ una storia a lieto fine quella di Gessica Notaro, piena di dolore ma anche di rinascita. La showgirl mostra i risultati dell’ultima operazione subita: ecco le sue toccanti parole.

gessica notaro
Foto di Instagram

Gessica Notaro, la showgirl di 31 anni  showgirl di 31 anni da poco compiuti, sfregiata con l’acido nel 2017 dall’ex fidanzato Edson Tavares (condannato a 15 anni per quel gesto) è come una fenice che risorge dalle ceneri.

Una vita, quella della giovane modella, Miss Romagna 2007, poi approdata anche alle fasi finali del concorso di bellezza a livello nazionale ossia Miss Italia, funestata da diverse tragedie. Difatti da quel lontano gennaio 2017, Gessica si sta sottoponendo a una serie di interventi con cui si sta lentamente riappropriandosi del suo viso: “Mi godo la vita – ha raccontato –  e quando mi guardo allo specchio mi piaccio”.

Una vera e propria rinascita che la showgirl ama documentare e raccontare con fierezza ai suoi follower e al pubblico.  Più volte ospite dei principali salotti televisivi, Gessica porta avanti la sua battaglia, contro quei mostri che decidono di cambiarti la vita in modo radicale senza il tuo consenso.

LEGGI ANCHE –> Gessica Notaro mostra l’intervento sul viso: “Piango di gioia”

Ospite dell’ultima puntata della stagione in corso di Verissimo Gessica Notaro è pronta a raccontare nuovamente la sua triste storia, in modo tale da fare informazione e propaganda per cercare di prevenire le violenze domestiche e per evitare che tali azioni ripugnanti non coinvolgano più nessuna donna. Ecco cosa ha dichiarata.

Gessica Notaro: un confronto tra quella di ieri e quella di oggi

Oggi Gessica guarda avanti la sua vita e lo fa con il sorriso sulle labbra e in modo sicuramente positivo. Pian piano i segni dell’aggressione stanno scomparendo ma sicuramente quello che ha vissuto ha cambiato profondamente il modo di guardarsi sia dentro che fuori. Le ferite fisiche passano, ma le cicatrici sul cuore restano per sempre.

Eppure Gessica in una recente dichiarazione rilasciata ad alcuni organi di stampa ha affermato quanto vuole bene alla Gessica d’oggi: Francamente mi piace più oggi ciò che vedo. Perché ora sto meglio dentro, sono più serena venivo da uno stalking di otto mesi, ciò che vedevo allo specchio non era altro che il riflesso di ciò che avevo dentro e io ero marcia psicologicamente in quel periodo.”

Il percorso intrapreso da Gessica Notaro non è certo breve o terminato, ma ha già dato i suo risultati: “Sto bene, molto bene – ha spiegato in un’intervista a “Fanpage.it” –  Certo, le ferite ora sono aperte. Ovviamente ho la carne viva, è normale.” E finalmente quel giorno in cui si è potuta riconoscere è arrivato, e Gessica superfelice pubblica un post sul suo profilo Instagram in cui è seguita da 395 mila follower.

Sul social Gessica Notaro ha anche pubblicato un video in cui mostra la sofferenza patita per via dell’intervento: “All’inizio erano tutti dalla mia parte. La giungla dei social network vuole vedere il sangue e finché c’è il sangue sei ammirato da tutti. Quando inizi a stare bene è come se la gente iniziasse a dimenticarsi tutto quello che hai passato. Ho visto tanta cattiveria sui miei social.

Mi dicono: “Ringrazia chi ti ha tirato l’acido, perché sei diventata famosa” oppure “Grazie all’acido adesso mostri il fondoschiena in tv”. – ha poi aggiunto – Delle cose allucinanti. Ho voluto ricordare a queste persone che è vero che anziché chiudermi in casa, ho preferito fare qualcosa che mi facesse stare bene. Però, a che prezzo? Questo la gente deve averlo ben chiaro nella testa. Ma il punto per me più importante è un altro. Mi seguono molte donne che hanno vissuto o stanno vivendo situazioni molto delicate, di abusi, violenze fisiche o psicologiche”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GESSICA NOTARO (@gessicanotaroreal)

In conclusione ha detto: “Vorrei che, guardando quelle immagini, si fermassero a pensare: “Se la cosa viene presa sottogamba può finire in questo modo”. Mi interessa fare scattare questa molla. In un attimo può succedere una catastrofe, evitiamolo”.

Da leggere