Problemi di stitichezza? C’è un burro speciale che devi assolutamente provare

Soffri di stitichezza? Esiste un burro speciale che può aiutarti a risolvere in modo naturale questo problema.

Chi soffre di stitichezza sa bene come si tratti di un disagio piuttosto importante e solitamente in grado di rovinare la qualità della vita. La costipazione porta infatti a sentirsi nervosi, appesantiti e stanchi.

E spesso può portare a soffrire di mal di pancia o di forti emicranie. Per fortuna, ci sono dei rimedi naturali che possono aiutare a lenire questi sintomi e donare una nuova vita all’intestino e uno tra questi è il burro ghee.

Scopri come usare il ghee per risolvere i problemi di stitichezza

burro ghee
fonte foto: Adobe Stock

Quando ci si trova a combattere contro la stitichezza, le strategie da mettere in atto non sono mai troppe. Avere diverse armi da tentare è quindi sempre da vedere come qualcosa di positivo.

Tra le tante, una poco nota ma di grande efficacia è il burro ghee. Si tratta di un burro chiarificato in modo diverso rispetto a quello normalmente conosciuto. Il procedimento segue infatti l’antica tradizione ayurvedica. Il tutto per un prodotto ricco di proprietà benefiche e tra le quali spiccano anche quelle per l’intestino.
Andando ai motivi per cui ghee andrebbe usato in generale, ricordiamo i più noti che sono:

  • Combatte il colesterolo cattivo
  • Fa bene all’intestino
  • Stimola il sistema nervoso
  • Ha proprietà anti tumorali
  • Protegge lo stomaco
  • Lenisce i sintomi di gastrite o l’ulcera
  • Lubrifica i tessuti connettivi
  • Esternamente aiuta a curare bruciature e lesioni
  • Ha proprietà antiossidanti

Oltre a tutto ciò, il ghee è un ottimo rimedio contro la stitichezza. Per ottenere dei buoni risultati basta scioglierne un cucchiaio in acqua tiepida al mattino e berlo almeno 20 minuti prima della colazione.

LEGGI ANCHE -> Lo yogurt greco è un segreto di bellezza per chi è a dieta. Devi assolutamente provarlo così

Il ghee agirà disinfiammando l’intestino, creando una guaina protettiva nelle sue pareti e aiutandolo a liberarsi delle tossine in eccesso, stimolando tra le altre cose l’evacuazone. In genere una cura di circa 28 giorni dovrebbe iniziare a dare dei buoni riultati.

ghee
fonte foto: Adobe Stock

Ovviamente, l’assunzione del ghee va aggiunta ad uno stile di vita sano e con un’alimentazione ricca di fibre, povera di cibi confezionati e comprendente i giusti quantitativi di acqua. Non dovranno inoltre mancare l’attività fisica e delle forme di rilassamento per allentare la tensione.

Come per ogni rimedio, anche se naturale, prima di assumere il ghee è sempre bene chiedere il parere al proprio medico curante.


Inoltre va ricordato che si tratta di un alimento molto calorico (persino più del normale burro). Per quanto ricco di proprietà benefiche va quindi assunto sempre con molta parsimonia.

Da leggere