Gelato fatto in casa, tutti gli errori da non commettere e con i consigli giusti

Non è difficile preparare un buon gelato fatto in casa con la gelatiera, ma ci sono passaggi che non possiamo davvero sbagliare

Sempre più negli ultimi anni gli italiani hanno imparato a fare tutto in casa: il pane, la pizza, la pasta,i dolci ma anche il gelato. Ecco, questa è un’arte tutta nostrana e basta una buona gelatiera per preparare un prodotto genuino, buono, fresco e nutriente.

LEGGI ANCHE -> Biscotto gelato fatto in casa, 3 VIDEO RICETTE facilissime, da non perdere!

Ma siete sicure che quando preparate il gelato fatto in casa non state anche commettendo degli errori? Perché poi alla fine vi chiedete perché non è venuto come quello che mangiate in gelateria, ma nemmeno come quello delle vaschette acquistate al supermercato. Due prodotti diversi ma lo stesso principio. E allora perché non provarci anche a casa? Vediamo insieme cosa potete migliorare nella vostra tecnica.

Gelato fatto in casa, rispettate gli ingredienti e i tempi

trucchi gelato fatto in casa
adobestock

COME RAFFREDDARE I CESTELLI
Se non avete speso una fortuna per un modello di gelatiera super professionale e autorefrigerante, è una delle operazioni fondamentali che dovete fare. Può sembrare banale, ma i cestelli devono essere veramente ghiacciati per un buon gelato fatto in casa. Sollo che spesso non sappiamo bene quanto li dobbiamo lasciare un freezer prima di usarli.
Non esiste una regola scritta, ma una di buon senso sì. Almeno un giorno, meglio 30 ore se volete essere certe che il composto monti e si raffreddi in modo corretto. Altrimenti rischiate di avere un semifreddo che però non è un gelato.

LEGGI ANCHE-> Gelato furbo fatto in casa, 4 gusti da non perdere

COME PREPARARE LA BASE
Il gelato è fondamentalmente una crema e come tale va trattata. Non una granita e nemmeno un sorbetto. Sul cucchiaio deve risultare morbido e compatto, scivolare bene in bocca senza nessun grumo e quindi la scelta degli ingredienti è un passaggio da non sbagliare.
Servono i sapori, ma serve anche il grasso. Quindi non utilizzate il latte scremato, ma la panna, perché stiamo parlando di un gelato, non di una dieta. E oltre alla panna, anche il latte e le uova, non abbiate paura. La base è quella, non servono scorciatoie.
Ricordatevi che per nessun motivo al mondo la dovere versare nella gelatiera ancora calda. Versatela in una ciotola e poi immergetela in un’altra ciotola piena di acqua e ghiaccio per raffreddarla più in fretta.

SEGUITE BENE LE ISTRUZIONI
Quando sarete pratiche della gelatiera potrete fare a occhio, sia con le dosi che con i tempi. Ma le prime volte seguite sempre le istruzioni riportate sulla guida, anche per la quantità di crema da versare nel cestello.
Se ne avete messa troppa, quando comincia a girare la butterà tutta di fuori. Se invece ce n’è poca, rischiate che le pale girino a vuoto e il prodotto finale sarà ben lontano da quello che avete immaginato.

gelato alla frutta
come preparare i lgelato alla frutta a casa Istock

Non è strettamente scritto nelle istruzioni ma ve lo diciamo noi. Il riposo in freezer è fondamentale per avere una massa compatta, golosa da mangiare da soli o in compagnia. Almeno 3 ore di riposo e vi togliete il pensiero.

 

Da leggere