Come utilizzare la ricotta nei dolci: tutti gli errori da non fare per non rovinare i dessert

La ricotta può essere utilizzata per preparare numerosi dolci ma attenzione agli errori: scopri quelli più comuni che possono rovinare il tuo dessert.

La ricotta è uno degli ingredienti più versatili in cucina: utilizzata per preparazioni sia dolci che salate. Pensiamo alle torte salate a base di ricotta o ai ravioli ripieni di ricotta e spinaci.

Non solo, anche in molti dolci si utilizza la ricotta sia come ingrediente principale che come uno fra i vari della ricetta, ma al di là di questo, quando c’è la ricotta in un dolce il suo sapore diventa subito più delicato e la consistenza più vellutata.

Spesso però si può incappare in alcuni banali errori quando si usa la ricotta nei dolci, ad esempio basta sbagliare la tipologia ed ecco che il risultato finale del nostro dessert risulta compromesso. Scopriamo allora quali sono gli errori da non commettere.

Ecco gli errori da non commettere quando si usa la ricotta nei dolci

Torta di ricotta facilissima, solo 100 calorie
Fonte: Adobestock

Molto utilizzata nei dolci al sud Italia, pensiamo ai cannoli siciliani, alla cassata, alla pastiera napoletana, la ricotta è uno di quegli ingredienti che ben si presta a molte preparazioni. 

In effetti, la ricotta è utilizzata anche per numerosi altri dessert come una semplice crostata a base di ricotta e gocce di cioccolato o pere, ma anche una cheesecake. Inoltre, può essere aggiunta nelle preparazioni dolci alla stregua di yogurt, panna o formaggio cremosi.

LEGGI ANCHE –> Torta al limone con ripieno di ricotta: una soffice golosità da provare!

Scopriamo allora quali sono gli errori da non fare con i dolci a base di ricotta.

1) Sbagliare tipologia di ricotta. Non tutte le ricotte sono uguali. Ad esempio quella vaccina ha un sapore molto più delicato rispetto a quella di pecora o capra. Ma anche a quella di bufala. Insomma non fare caso alla tipologia di ricotta che si acquista è il primo errore. Anche perché se usata nei dolci, a seconda della ricetta, alcune tipologie potrebbero risultare troppo forti. Non solo, anche quelle confezionate sicuramente non hanno la stessa qualità rispetto a una che proviene da un caseificio a chilometro zero. Occhio poi a non confondere la ricotta con la crema di ricotta. Per alcune preparazioni, infatti, è sconsigliata, pena un risultato del dessert deludente. Ad esempio per la farcitura dei cannoli è opportuno usare la ricotta.

2) Dimenticarsi di scolarla. La ricotta quando si acquista ha il siero in eccesso. Per utilizzarla al meglio nei dolci, ma non solo lì, va quindi scolata di quest’acqua in esubero. Un passaggio fondamentale se non vogliamo un’impasto acquoso. Basterà utilizzare un colino a maglie strette, posizionarla all’interno e farla scolare su una ciotola. Ci vorrà almeno un’ora. Dunque, non abbiate fretta.

3) Sostituirla a casaccio. Come tutti gli ingredienti anche la ricotta può essere sostituita ma poi non dovrete aspettarvi la stessa consistenza nel dessert in questione. Inoltre, dipende dalla ricetta, infatti, in alcune è molto difficile trovare un sostituto. Pensiamo al ripieno dei cannoli. Invece è possibile usarla ad esempio al posto del formaggio spalmabile in una cheeesecake. Quindi se proprio volete utilizzarla al posto di un altro ingrediente fatelo con le dovute precauzioni. Per le ricette salate ecco un consiglio utile: come risparmiare quasi 100 calorie sostituendo la ricotta alla panna da cucina nella pasta.

4) Non valutare la consistenza che si otterrà con la cottura. La ricotta quando viene cotta in un dolce conferirà a quest’ultimo una consistenza piena e cremosa, quasi alla stregua di un budino. Quindi se decidiamo di usarla magari al posto di un’altra cosa ricordiamo quello che andremo ad ottenere.

errori ricotta dolci
Fonte: Canva

5) Non esaltarla. La ricotta ha un sapore piuttosto neutro che se saputo esaltare con spezie come zenzero e cannella ed aromi può diventare un ottimo dessert anche da sola. Addirittura se piace si possono aggiungere anche alcolici come rum o limoncello. Non solo, è squisita accompagnata da frutta fresca o secca come mandorle, noci e pistacchi, ma anche dal cioccolato e del miele.

Da leggere