Avocado a dieta? Si può e fa anche dimagrire. Scopri come

Lo sai che l’avocado è un grasso buono e che fa dimagrire? Scopri come inserirlo nel modo coretto nella tua alimentazione.

L’avocado è un frutto che negli ultimi anni si è fatto notare sempre di più diventando uno degli ingredienti più ricercati da chi desidera rendere la propria cucina più colorata e golosa. Da sempre noto per essere l’ingrediente principe della famosa guacamole, l’avocado è diventato anche il protagonista di alcuni tipi di sushi, rivelando un sapore leggero e buono al palato.

Le sue caratteristiche, però, non si fermano qui. Sebbene sia prevalentemente un alimento ricco di grassi, l’avocado contiene infatti quelli buoni e per questo è considerato un super food. Cibo, quindi, che è possibile consumare anche quando si è a dieta. Perché oltre ad essere straordinariamente buono, questo frutto è anche in grado di aiutare a perdere peso.

Avocado: il frutto super buono che fa perdere peso

donna con avocado
fonte foto: Adobe Stock

Se iniziata la dieta, temevi di dover dire addio all’avocado puoi tirare un sospiro di sollievo. Questo cibo è infatti così ricco di grassi buoni da rivelarsi un ingrediente prezioso anche per chi sta cercando di perdere qualche chilo.

Ricco di vitamine, sali minerali e antiossidanti, l’avocado è infatti in grado di offrire diversi benefici al nostro organismo. Aiuta, ad esempio, a combattere i radicali liberi, rallenta l’invecchiamento, stimola la digestione, riduce la pressione e fa bene al cuore. Ma non finisce qui. Consumando l’avocado, si aiuta a mantenere basso il colesterolo cattivo, dona un importante senso di sazietà e… aiuta a dimagrire.

LEGGI ANCHE -> Pranzo leggero e gustoso? Prova queste insalate. Hanno meno di 300 calorie

Ricco di grassi Omega-3, l’avocado aiuta tra le altre cose a contrastare l’insulino resistenza. I suoi grassi, inoltre, aiutano a mantenere bilanciata l’alimentazione, rallentando gli zuccheri nel sangue e promuovendo così un miglior funzionamento del metabolismo e dell’organismo in generale. Inoltre, sembra che i grassi dei quali è composto aiutino a ridurre il giro vita e ad evitare fastidiosi gonfiori dopo i pasti. Riassumendo, quindi, l’avocado aiuta a perdere peso perché:

  • Mantiene bassi i livelli di colesterolo
  • Dona un buon senso di sazietà
  • Aiuta a ridurre il giro vita
  • Mantiene bassi i trigliceridi
  • Migliora la digestione
  • Aiuta il transito intestinale
  • Allevia la fame nervosa
  • Rallenta gli zuccheri nel sangue
  • Evita il gonfiore addominale dopo i pasti
  • Migliora il metabolismo degli zuccheri

Ovviamente, trattandosi di un alimento ricco di calorie e grassi non se ne possono mangiare diversi. La quantità considerata favorevole si aggira su mezzo avocado al giorno.

avocado
fonte foto: Adobe Stock

Questo può essere mangiato come frutto ma è ancora più buono tagliato a dadini nell’insalata, come protagonista di un avocado toast, sotto forma di salsa o da mangiare a fettine sottili sul riso (come si fa con il sushi).

Inoltre, può essere inserito anche negli smoothies per conferire loro maggior sapore e se mescolato a della polvere di cacao amaro può dar vita ad una deliziosa crema di cioccolato spalmabile.

Insomma, tra le tante qualità ha anche quella di essere un ingrediente poliedrico ed in grado si sposarsi con alimenti di ogni tipo. Un motivo in più per inserirlo nella propria alimentazione.

Ricordiamo che se si devono perdere tanti chili è sempre preferibile evitare il fai da te per rivolgersi ad un buon nutrizionista. In questo modo si eviterà di commettere errori e si potrà contare su un piano alimentare che vada incontro alle proprie esigenze e che aiuti a dimagrire senza fare troppe rinunce.

 

Da leggere