Se hai una piantina di menta in casa, ecco come devi curarla per farla vivere a lungo

Ti hanno regalato una pianta di menta o vuoi acquistarne una ma non hai il pollice verde, ecco i consigli per curare la pianta di menta correttamente.

E’ bello potersi prendere cura delle piante e coltivarle, così da abbellire il vostro balcone o casa e non solo se sono quelle aromatiche possono tornarvi utili in cucina. La pianta di menta come quella del basilico e prezzemolo è tra quelle più presenti in casa, non richiedono molta cura ma un minimo per farla vivere a lungo. E’ tra le pianta che si adatta facilmente a diversi climi. Visto che le foglie di questa pianta sono molto preziose perchè non solo sono utili in cucina ma apportano diversi benefici, scopriamo come curarla.

Come curare la pianta di menta in casa: consigli utili

La pianta di menta è una delle piante sempre gradite e perfetta da coltivare visto che si adatta facilmente, ma per farla vivere a  lungo bisogna prendersene cura, tenendo conto che le radici si espandono anno dopo anno. Non solo anche il terreno deve essere ricco di humus e richiede di sole per cresce bene.

menta
Foto:Freepik

Visto i diversi benefici che apporta questa pianta è necessario prendersene cura,ecco le su e proprietà:

  • calmanti
  • disinfettanti
  • diuretiche
  • rinfrescanti
  • allevia i disturbi gastro-intestinali
  • calma la tosse

Infatti con le foglioline di menta si possono preparare infusi. Quindi solo se si coltiva correttamente la pianta di menta si possono trarre i benefici, visto che avrete una pianta rigogliosa e perfetta. Nonostante è una pianta di facile coltivazione e non troppo delicata è necessario qualche piccolo accorgimento per farla vivere bene e a lungo. L’unico svantaggio, se così possiamo definirlo è la sua crescita che è rapida, quindi bisogna porre attenzione.

La pianta di menta richiede posti non troppo soleggiati, quindi freschi e un pò umidi, ma visto che si adatta facilmente all’ambiente se si trova in ambienti troppo caldi la pianta produce più oli essenziali nelle foglie. Se la volete collocare in casa prediligete un posto non troppo vicino a fonti di calore e con luce diretta. Inoltre potete tenerla in vaso, ma se avete la fortuna di avere un giardino potete coltivarla nel terreno direttamente. Ma per avere una pianta rigogliosa dovete nutrire bene il terreno, che necessita diverse sostanze organiche, ma non va fatto sempre una volta ogni due anni. Non preferisce il terreno argilloso perchè non garantirebbe un buon drenaggio dell’acqua.

LEGGI ANCHE–>Basilico in vaso | Ecco i 10 segreti per averlo super

Però durante la stagione invernale quando fa molto freddo e piove spesso, potete optare a coprire il terreno con un telo di plastica, così preservate le foglie. Invece se avete la piantina in vaso evitate di tenerla esposta all’esterno alle intemperie.

Per quanto riguarda l’innaffiatura dovrete solo garantire un terreno umido, ma le foglie non vogliono troppo acqua potete vaporizzare dell’acqua ma non spesso. Poi ogni paio di anni dovrete concimare il terreno, dovrete arricchire il terreno di potassio, fosforo e azoto.

menta
Foto:Freepik

E’ importante prendersene cura osservando la piantina, se notate le foglioline o i rami si seccano o ci sono delle macchie, rimuovete. Se volete raccogliere le foglie di menta potete farlo nella stagione estiva, potete farle essiccare all’aria e conservare in dispensa per preparare infusi e decotti. Scopri i benefici di un tè alla menta.

Non è poi così difficile prendersi cura della pianta di menta!

Da leggere