Qual è il miglior correttore in commercio? Mettiamo a confronto i 5 big e eleggiamo il vincitore

Scopri quali sono i cinque più famosi correttori di sempre ma, soprattutto, qual è a nostro parere il migliore tra loro.

correttore come sceglierlo in base all'incarnato
Adobe Stock

E’ il prodotto salvavita quando il sonno viene meno e le occhiaie avanzano, quando ci lasciamo andare un po’ con la dieta e qualche brufolo di troppo compare sul nostro volto, quando il freddo fa comparire rossori qua e là. Il correttore è lo strumenti su cui fare affidamento per eccellenza in queste e in molte altre circostanze.

Si ma.. quale correttore? Già perché non occorre solo indovinare il prodotto giusto ma anche quello più valido, oltre evidentemente nell’applicarlo al meglio. In commercio si trovano correttori di ogni genere e fare la giusta selezione non è da poco.

Noi abbiamo deciso di stringere la cerchia e proprie solo cinque correttori, quelli più celebri di sempre tra i quali faremo la nostra scelta.

I 5 più famosi correttori di sempre: quale sarà il migliore?

nars
Foto da Unsplash

Ecco qui dunque i cinque correttori che abbiamo selezionato per voi, quelli a nostro parere più iconici degli ultimi anni e oggetto del desiderio un po’ di tutte le make up addicted.

Di seguito trovate tutte le informazioni e valutazioni del caso. Uno solo tra i correttori però si sarà poi guadagnato il titolo di migliore tra i migliori.

Laura Mercier Secret Camouflage (39 euro) – Il due di colori compatto che ha reso famoso il brand non delude mai. Si adatta a ogni incarnano e corregge sia le occhiaie che altre imperfezione, armonizzandosi perfettamente con il resto del volto. La durata è di quelle senza pari e se ci vorrà un po’ di olio di gomito per sfumarlo al meglio, be’, poi non ve ne pentirete certo.

Benefit Cosmetics Boi-Ing (25,50 euro) – L’erede della mitica e infallibile Erase Paste, quella che se si avevano le occhiaie era una vera e propria ancora di salvezza. La disponibilità in diversi colori ci piace molto così come la sua lunghissima durata. Il piccolo contro? L’applicazione. La consistenza decisamente pastosa necessita di un pizzico di manualità extra. Se però la possedete sarà il vostro migliore amico.

KVD Beauty Lock-It Concealer Crème (27,90 euro) – L’iconico correttore della tatuatrice Kat Von D, quello he promette di coprire (non a caso) anche i tatuaggi. L’aspettativa non è certo lontana dalla realtà: uno strato sottile basta per coprire in modo impeccabile e il prodotto si fissa poi piuttosto bene.La texture cremosa rende l’applicazione semplice e scorrevole. Se si hanno occhiaie notevoli da coprire è un ottimo alleato.

NARS Radiant Creamy Concealer (30 euro) – Il correttore che illumina il contorno occhi, la scelta per eccellenza per chi cerca un finish glowy ma anche un pizzico di copertura. Certo, non possiamo dire che alla prima passata faccia scomparire ogni cosa e un tocco di cipria appare indispensabile per poter confidare nella coerenza tutto il giorno. Dall’altro canto la texture è leggere e l’effetto luminoso perfetto anche permimetizzare qualche piccolo segno d’espressione.

YVES SAINT LAURENT Touche Eclat (39.90 euro) – Se avete imperfezioni da coprire, ma da coprire veramente, passate ad altro. Questo è un correttore illuminante che toglie i segni della fatica e illumina la zona prescelta. Ottimo per il contouring, dal finish piacevole, applicazione scorrevole ma no, non copre nulla di più di una leggera ombreggiatura.

LEGGI ANCHE –> Tinte labbra no transfer migliori economiche e non per un make up a prova di mascherina

Questi dunque i cinque correttori più famosi di tutti i tempi; quale però avrà conquistato il nostro cuore? La risposta è presto detta: Laura Mercier Secret Camouflage. La possibilità di avere due colori in uno lo rende perfetto sia per la correzione delle occhiaie che per quella di eventuali piccole imperfezioni sul volto, la durata è impareggiabile e sembra semplicemente impossibile che il prodotto vada in giro per il viso riportando l’imperfezione in primo piano. Senza dubbio un vero e proprio asso nella manica!

Da leggere