Tenere i peluche sul letto dei nostri bimbi e neonati è davvero una buona usanza? Ecco cosa dicono gli esperti

E’ una buona idea tenere i peluche sul letto? Se lo chiedono molti genitori. La parola agli esperti. Scopri di più!

Tutti noi da piccoli, almeno una volta, abbiamo stretto al petto un peluche. Questi simpatici pupazzetti sono la gioia di quasi tutti i bambini. Ti sarà capitato sicuramente di regalarne uno a tuo figlio o a qualche nipotino.

Peluche di tutti i tipi affollano le camerette. Li ritroviamo sui letti, quasi a voler dare un senso di sicurezza ai nostri piccoli, soprattutto la sera prima di andare a letto. Vanno tenuti ben puliti, perché tendono ad impolverarsi e a diventare un ricettacolo di germi e batteri. Ecco come lavare bene i peluche con trucchi facili e veloci.

bambina
(Adobe Stock)

Sembrerà strano, ma ci sono anche tanti adulti che amano i peluche. C’è addirittura chi se li fa disegnare sulla pelle come tatuaggi. Le ragioni possono essere tante: un ricordo particolare legato all’infanzia o un bisogno di sicurezza nascosto.

Ma quanto sono importanti i peluche per i bambini? E’ una buona idea tenerli in cameretta? Scopri cosa dicono gli esperti e quali consigli danno.

Peluche sul letto? Aiuta il bambino a sentirsi più sicuro

Che si tratti di un peluche in stoffa oppure no è indifferente. La cosa che conta è il posto che il simpatico amico prenderà nel cuore del tuo bambino. I benefici di questa ‘amicizia speciale’ sono essenzialmente due. Li riassumiamo di seguito.

  • Il tuo piccolo si sentirà al sicuro, soprattutto davanti a nuove sfide (come quella di doversi abituare a dormire da solo in cameretta). Non ci sono controindicazioni, quindi, nel tenere un peluche sul letto.
  • I peluche aiuteranno il tuo bambino ad elaborare le esperienze. Tra i due nascerà una relazione particolare, perché l’orsacchiotto aiuterà tuo figlio a bilanciare le emozioni e, man mano, a diventare più indipendente.

Andare a letto la sera è un momento delicato per ogni bambino. Ed è proprio a questo punto che entra in gioco il peluche! Riesce a trasferire un senso di sicurezza che è indispensabile per rendere più dolce il passaggio dal giorno alla notte. E’ un toccasana per conciliare il sonno.

I morbidi amici sono preziosi anche per i neonati. Diventano oggetti di transizione fondamentali, quando magari i genitori non possono essere vicini.

Per dormire i neonati hanno bisogno di un ambiente ovattato, tranquillo, senza rumori e con la luce giusta. Quando mancano queste condizioni e, in più, non c’è la vicinanza del genitore, il peluche aiuta a rassicurare.

bimbo
(Adobe Stock)

In ogni caso, a prescindere dall’età di tuo figlio, ci sono delle regole da seguire per l’acquisto di un peluche. Schematizziamole.

  • Bada al materiale. Deve essere morbido e di buona qualità. Meglio spendere qualcosa in più ma affidarsi a produttori esperti.
  • La struttura deve essere resistente. Guarda bene che non ci siano punti deboli, cuciture troppo lente e così via, per evitare che possano fuoriuscire materiali che tuo figlio potrebbe ingerire.
  • Scegli un peluche lavabile. Perché dovrai igienizzarlo periodicamente. Nei peli possono annidarsi germi e batteri.
  • Preferisci peluche che abbiano un aspetto simpatico e piacevole. E’ importante per trasferire sicurezza al tuo bambino.

Per i neonati è bene scegliere peluche con pochi peli, perché tutti i giochi vengono portati alla bocca. Inoltre, non devono essere troppi grandi, così da poter essere afferrati facilmente.

Non ci sono particolari controindicazioni per i peluche. La ‘regola d’oro’ è sempre la stessa: buon senso a partire dall’acquisto. Inoltre, cerca di puntare su peluche più tradizionali e meno tecnologici, perché dovrà essere il tuo bambino ad ‘animarli’ con la sua fantasia.

 

 

 

 

 

Da leggere