Acqua dei ceci? Non buttarla via! Scopri subito come puoi usarla

Ti piacciono i ceci? Se la riposta è sì, allora ricorda di non buttare via l’acqua di cottura. Puoi riutilizzarla e il risultato è davvero sorprendente! Scopri di più!

In cucina non si butta via quasi nulla. Si ricicla l’acqua delle patate per usi alternativi, così come si riutilizzano le bucce di arancia per uno scrub fai da te. Questi sono soltanto due esempi ma la lista è davvero lunga.

Anche per gli ortaggi, soprattutto quando accennano ad andare a male e per non buttarli, ci sono tante ricette. Se nel frigorifero ti sono avanzati un peperone e una zucchina, rimuovi con un coltello le parti andate un po’ a male, tagliali a pezzetti e facci una frittata. In questa versione è davvero gustosa, provare per credere!

acquafaba
(Adobe StocK)

In questo articolo vogliamo parlarti dei ceci. Se ti piacciono e li cucini, sappi che l’acqua di cottura non va mai buttata. Si può riutilizzare, scopri subito come. Il risultato finale ti lascerà senza fiato!

Acqua dei ceci? Usala per ricavarne gustose meringhe!

L’acqua di cottura dei ceci è detta acquafaba. Non va mai buttata perché, quello che puoi ricavarne, è davvero sorprendente! Quindi non fare l’errore di considerarla come un ingrediente di scarto. Non è assolutamente così!

Dall’acquafaba si possono ricavare delle gustose meringhe. Per lo stesso scopo puoi usare anche l’acqua di governo, ovvero quella in cui troviamo immersi i legumi quando li acquistiamo già pronti in scatola.

Questa acqua, solo all’apparenza di scarto, ha una proprietà preziosa: si può montare. Eh sì, puoi comportarti come se avessi davanti della panna. Per questo che c’è chi la utilizza come alternativa agli albumi montati a neve.

L’acquafaba è un ingrediente di origine naturale, più leggero, che si può usare in ogni ricetta dove siano richieste le uova. Le sostituisce perfettamente. Ecco perché è molto usata nelle ricette vegane. Ricorda: occorrono 3 cucchiai di acquafaba in alternativa ad ogni uovo.

Il consiglio è quello di preferire l’acqua di governo dei ceci già pronti (meglio scegliere le varianti in vetro) perché è molto ricca in saponine e proteine, difficilmente riproducibili nella giusta concentrazione se sei tu a cuocere i ceci.

Dopo averla raccolta in un recipiente inizia a montarla, proprio come faresti con la panna. Se vuoi smorzare un po’ il retrogusto dei ceci puoi aggiungere qualche goccia di succo di limone. Per montare, puoi usare le fruste oppure uno sbattitore elettrico. In ogni caso, non ci vorranno più di 10-15 minuti per ottenere un risultato perfetto.

meringhe
(Adobe Stock)

L’acquafaba, proprio per la sua soffice consistenza se montata, si presta alla realizzazione di diverse ricette dolci (ma anche salate). E’ ideale per la preparazione di gustose meringhe vegane, a base di sola acqua di cottura di ceci, succo di limone e zucchero.

Ora hai tanti buoni motivi per non buttare più via l’acquafaba (oppure l’acqua di governo). Raccoglila e prova subito a sostituirla alle uova, in qualche gustosa ricetta.