Perché usare l’incenso in casa e come scegliere quello giusto. Scopri tutto!

Hai mai usato l’incenso in casa? Se la risposta è no, sappi che ci sono tanti buoni motivi che ti faranno decidere di provare subito. Prima di tutto purifica l’aria!  

Per ogni ambiente è la somma dei dettagli che lo rende più bello ed accogliente. Questo vale anche per la casa. Con l’arrivo della bella stagione, possiamo aggiungere magari un bel mazzo di fiori freschi all’ingresso, cambiare il copridivano o, ancora, scegliere nuovi tendaggi.

Al di là dei cambiamenti che si possono apportare in casa, è fondamentale mantenere una buona qualità dell’aria. Lo abbiamo capito ancor di più in un anno di pandemia. Ci sono tanti trucchetti per profumare gli interni, anche in pochissimo tempo. Si possono usare, ad esempio, dei sacchetti di lavanda o vaniglia. Puoi realizzarli magari riciclando quelli delle bomboniere.

incenso
(Adobe Stock)

In commercio si trovano tanti profumatori: alcuni hanno fragranze esotiche inebrianti. In questo articolo, però, vogliamo parlarti in particolare dell’incenso e di come può essere utilizzato in casa. Scopriamo di più insieme.

Incenso in casa? Effetti benefici per mente e corpo

Quando si parla di incenso, ci viene subito in mente il suo consumo nelle chiese o nei luoghi di meditazione. Questo è sicuramente vero ma puoi utilizzarlo anche in casa, con non pochi benefici per mente e corpo.

L’incenso è una gommoresina ricavata dal tronco di alcune piante. Quando brucia, emana un odore fortemente aromatico. Ne esistono diverse tipologie e per alcuni popoli, ancora oggi, è considerato una resina sacra.

Sono diversi i motivi per i quali l’incenso viene diffuso nell’aria. Alcuni pensano che purifichi gli ambienti da energie negative. Altri, ancora, lo usano per favorire la meditazione oppure per creare uno spazio sacro. Infine, c’è chi pensa che possa attivare l’ippocampo e così via.

Utilizzare l’incenso in casa significa, anzitutto, voler profumare l’ambiente. La scienza, però, ci parla anche di effetti benefici per l’organismo. Lo stimolo olfattivo derivante dall’incenso che brucia attiva alcune aree specifiche del cervello, tra le quali quelle della memoria.

Gli incensi possono essere utilizzati per purificare la casa. Ognuno di essi ha delle qualità peculiari. Siccome in commercio ce ne sono tanti, ti consigliamo di scegliere quello più adatto a te a seconda delle tue percezioni a pelle e di quanto sei sintonizzato con un certo aroma.

Ma vediamo come si procede per profumare la casa con l’incenso. Ci sono dei passaggi precisi da seguire. Per prima cosa chiudi le finestre. Poi, inizia a bruciare l’incenso dal basso verso l’alto, partendo da un angolo per poi arrivare, man mano, al centro della stanza. Quest’ultima deve rimanere chiusa almeno per una decina di minuti. Al termine dell’operazione riapri subito le finestre.

incenso
(Adobe Stock)

Per quanto riguarda la scelta del tipo d’incenso, diciamo subito che quello più usato è il Palo Santo, conosciuto e apprezzato per le sue proprietà purificanti. E’ molto efficace anche per allontanare zanzare ed insetti.

Ci sono poi i più comuni bastoncini d’incenso, che si trovano spesso a buon mercato anche sulle bancarelle. Sono più facili da usare ma alcuni di essi, soprattutto quelli venduti a poco prezzo, possono contenere sostanze nocive per l’organismo. Pertanto, è sempre meglio rivolgersi ad un rivenditore specializzato.

Speriamo di aver contribuito, anche solo in minima parte, a dirti qualcosa di più sul fantastico mondo degli incensi! Ora, non ti resta che provare!

 

 

 

 

 

 

 

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti