Hai un’orchidea? Scopri come curarla bene se sono caduti tutti i fiori

Hai un’orchidea ma sono caduti i fiori? Ti sveliamo tutti i segreti su come curarla al meglio. Servono pazienza e costanza ma attenzione al sole!

Avere il pollice verde è molto di più che una semplice passione. E’ una vera e propria attitudine. Servono impegno, passione e costanza per piante e fiori! Ti abbiamo già detto come prenderti cura di un bonsai, per foglie sempre splendide e lucide.

Non c’è casa davvero bella e accogliente senza almeno una pianta. Ce ne sono tante adatte per gli interni, che aiutano anche a migliorare la qualità dell’aria. E’ importante innaffiarle con costanza, dando l’apporto d’acqua necessario senza eccedere.

orchidea
(Getty Images)

Per la pulizia delle foglie, ti consigliamo di rimuovere la polvere che tende a depositarsi. Aiutati con un batuffolo di ovatta o con uno straccio morbido, meglio ancora se prima imbevuti in un po’ di latte, che donerà lucentezza.

Per scegliere le piante, bisogna considerare la loro stagionalità. Alcune di esse sono annuali, cioè compiono il loro ciclo di fioritura in una stagione predefinita. Inoltre possono variare i periodi di messa a dimora, così come quelli per la potatura.

In questo articolo vogliamo concentrarci sull’orchidea. Il suo fiore è molto richiesto per gli addobbi da cerimonia (si pensi ai matrimoni), proprio per la sua particolare raffinatezza.

La pianta d’orchidea è regalo gradito nelle occasioni che contano. Ma come procedere quando perde i fiori? Di seguito alcuni consigli per farla rinascere.

Orchidea senza più fori? Ecco come recuperarla

L’orchidea richiede cure precise anche dopo aver perso i fiori. La sua fioritura avviene per lo più d’inverno e dura grosso modo fino alla primavera inoltrata. Proprio in questo periodo i fiori iniziano ad appassire e poi a cadere. Il risultato è quello di uno stelo completamente spoglio.

Se la pianta si trova in questa situazione hai due scelte. Puoi recidere lo stelo oppure lasciarlo così come è, cioè senza foglie, aspettando la nuova fioritura. Se invece lo tagli alla base, la fioritura successiva avrà origine da un nuovo stelo, emesso dopo circa un anno.

Comunque, se decidi di non recidere lo stelo, sappi che però va almeno accorciato. Non è un’operazione complicata. Si procede così: devi lasciare lo stelo all’altezza del terzo o quarto nodo, e il taglio va eseguito un centimetro sopra il nodo più alto.

Queste sono le istruzioni generali. Ora parliamo di come curare un’orchidea che ha perso i fiori. Se la pianta è in queste condizioni, sappi che vuole un ambiente umido e caldo, con temperature comprese tra i 15 e 34°C. E’ molto importante rispettare questa indicazione.

A partire dalla primavera inoltrata, quando la tua pianta avrà perso i fiori e le temperature aumenteranno pian piano, puoi mettere l’orchidea all’esterno, magari sul terrazzo o sul balcone.

orchidea
(Getty Images)

Se la metti all’esterno, ricorda però di scegliere una posizione non troppo esposta al sole. La pianta non deve ricevere raggi diretti. Se il sole picchia troppo la conseguenza è che le foglie ingialliranno. Nei casi più gravi cadranno nel giro di pochissimi giorni.

Questi sono i consigli da seguire se vuoi preservare la tua orchidea senza fiori, in attesa della fioritura successiva. Pochi e semplici passaggi, indispensabili per proteggere al meglio la tua pianta.

 

Da leggere