Tutti i trucchi per gli gnocchi perfetti: dalle patate alla cottura, fate così

Se la pasta fatta in casa ha una marcai in più., gli gnocchi ne hanno due, Ma attenzione a sbagliare almeno 4 passaggi se volete gli gnocchi perfetti

gnocchi di patate
(Adobe Stock)

Giovedì gnocchi. Ma anche venerdì, sabato, domenica e tutti gli altrui giorni della settimana. Perché pochi piatti soddisfano il palato e la vista come questo, indipendentemente dal, condimento, e se sono preparati da noi la soddisfazione è doppia. Ma quali sono i trucchi per un perfetto piatto dui gnocchi fatti in casa? Andiamo a vedere passo dopo passo le scelte che non dobbiamo proprio sbagliare.

Partiamo dall’elemento principale della ricetta: le patate. Non vanno tutte bene e non rendono tutte allo stesso modo. Ricordatevi che gli gnocchi devono avere la giusta compattezza in bocca, senza sfaldarsi ma senza nemmeno rimanere duri come sassi, certo dipende della farina, dagli altri ingredienti e dalla lavorazione, ma la patata è il primo errore da non commettere.

Il trucco quindi è utilizzare patate a pasta bianca e vecchie dalle 2 alle 4 settimane (parliamo della raccolta). Sono le uniche che risulteranno asciutte anche dopo la cottura mantenendo comunque la giusta dose di amido al loro interno. Significa che in cottura rimarranno morbide ma senza sfaldarsi e questo è un grosso vantaggio
Associato alla patata c’è il discorso relativo alla cottura. Non esiste solo la bollitura anche se è il metodo più utilizzato e più logico. In questo caso, dopo aver lavato accuratamente le patate eliminando ogni traccia di terra, mettetele a cuocere ancora con la buccia in una pentola con acqua fredda e già salata. Dal momento del bollore, potete portare la fiamma da medio-alta a media e cuocere 35-40 minuti.

In alternativa potete utilizzare la cottura a vapore, Con la pentola a pressione bastano anche 10 minuti: Con la vaporiera invece avrete bisogno di almeno 25 se non 30 minuti per la giusta consistenza, morbida ma compatta.

Impasto e cottura, le vere regole per gli gnocchi al bacio

Il trucco per degli gnocchi impeccabili
Il trucco per degli gnocchi impeccabili (Istock photo)

Adesso passiamo alla fase 2, quella dell’impasto. Lo sappiamo, le vostre dita non vi ringrazieranno, ma le patate devono essere pelate ancora calde e poi schiacciate subito con i rebbi di una forchetta o meglio con uno schiacciapatate. Poi però prima di aggiungere gli altri ingredienti, a cominciare da farina e uova, lasciatele raffreddare bene

Qual è la farina migliore per l’impasto? Quella di grano tenero,. Senza esagerare. La dose giusta è 150 grammi circa di farina (dipende da quanta ne assorbono le patate) ogni 500 grammi di patate. Non unitela tutta insieme, ma almeno un terzo alla volta per regolarvi sulla quantità di cui avrete bisogno. E ricordatevi da lavorare l’impasto molto velocemente anche con la giusta dose di forza. Sarà un bell’esercizio fisico ma soprattutto è utile per degli gnocchi strepitosi.

Ora che avete fatto bene tutto questo, potete sbagliare la cottura degli gnocchi? Certo che no, anche se esistono delle alternative. La cottura tradizionale è quella in pentola, bollendoli per pochi minuti fino a quando arrivano a galla e toccandoli risultano morbidi ma compatti. In alternativa però potete cuocerli direttamente in padella insieme al loro condimento, allungando sempre però con un goccio di acqua per non farli attaccare.

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti