Prodotti pelle anti luce blu, servono veramente? Proviamo a saperne di più

Luce blu, quella di smartphone, computer e dispositivi tecnologici in generale: come danneggia la nostra pelle e quali prodotti dovremmo usare per difenderla?

luce blu
Foto ds Unsplash

Parliamo spesso di invecchiamento cutaneo, invecchiamento precoce, danni dei raggi UV e chi più ne ha più ne metta, tutte cose che ci fanno apparire anzitempo come delle vecchiette.

Tra questi però spesso c’è un fattore che sottovalutiamo e che, nelle nostre giornate, è invece sempre più presente: la luce blu.

Scopriamo meglio di che cosa si tratta e come influisce sulla bellezza e salute della nostra pelle.

Prodotti anti luce blu, come funzionano e quali usare

luce cellulare
Foto ds Unsplash

Può essere utile acquistare prodotti che proteggano dai possibili danni provocati dall’illuminazione degli schermi, quali pc, smartphone e tablet?

Se è stato coniato un termine come digital aging, ossia l’invecchiamento digitale, probabilmente sì.

La luce blu agisce infatti sulle cellule e sul derma, portandolo a perdere tono giorno dopo giorno, ora dopo ora di esposizione. E quante ore ci esponiamo? Tante, paradossalmente più di quelle in cui ci esponiamo dai raggi UV dai quali, ovviamente, ci proteggiamo sempre (vero?).

Pelle tirata, secca e stanca, spesso segnata e affaticata sono i sintomi più comuni dell’azione deleteria della luce blu. Ma come evitare l’invecchiamento cutaneo da luce blu?

Inutile dire che la miglior soluzione sarebbe limitare al massimo l’esposizione alla luce blu, un po’ come quando si sconsiglia di prendere il sole. Peccato però che oggi giorno limitare una simile esposizione risulta quantomeno arduo: call di lavoro, l’amico lontano da sentire, il museo da visitare al pc, la serie tv da vedere su Netflix, ed ecco che si finisce per passare ore e ore di fronte a uno schermo. Possiamo certo ridurre la luminosità degli schermi ma si tratta, in effetti, di un palliativo.

E’ qui che intervengono i prodotti di cosmetica, sieri, creme e spray che dovrebbero proteggere la nostra pelle.

Il consiglio è di adattare la propria beauty routine alle lunghe ore di esposizione alla luce blu, optando per sieri e creme apposite: moltissimi marchi ne hanno create, il più famoso e apprezzato die quali è Uriage che lega la propria fama proprio alla lotta contro i danni della luce blu.

Qualora poi voleste invece un prodotto da applicare più volte durante il giorno e da portare dunque sempre con voi vi consigliamo le soluzioni spray: boccette spesso di piccolo formato da nebulizzare sulla pelle del viso per rinfrescarla, ridonarle conicità e, al tempo stesso, proteggerla.

Molti di questi prodotti uniscono allo schermo protettivo contro la luce blu anche un buon spf, cosa che certo non guasta.

Che ne dite allora, iniziamo la lotta contro la luce blu?

compute e cellulare
Foto ds Unsplash

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti