Home Pelle

La tecnologia ci invecchia: come proteggere la pelle dalla luce blu

CONDIVIDI

Lo sapevate che la luce blu danneggia la nostra pelle? Stare perennemente di fronte a tablet, cellulari e affini ci fa invecchiare anzitempo. Scopriamo allora come proteggerci. 

Digital aging, così viene chiamato l’invecchiamento precoce della pelle causato dall’esposizione continua e quotidiana a dispositivi come computer e smartphone. Secondo gli studi più recenti le High Energy Visible, meglio conosciute appunto come luci blu,  aumenterebbero la temperatura della pelle, portando a un deterioramento delle fibre collagene, aumentando dunque la formazione di rughe.
 
A differenza dei raggi solare, il cui calore viene percepito dalla nostra pelle, la luce blu dei dispositivi elettronici non viene minimamente sentita sul volto ma riesce comunque a penetrare in profondità, favorendo la formazione di radicali liberi, aumenta il rischio di formazione di macchie scure e rughe
Vero è che questa luce esiste anche in natura ma pare che sia quella prodotta dai dispositivi elettronici che amiamo tanto a danneggiare la nostra pelle. Quest’ultima cerca infatti di difendersi ma la costanza dell’esposizione diminuisce gradualmente la sua capacità di autoprotezione e, alla fine, ecco che sembriamo più vecchie di quanto in realtà siamo.
Come evitare questo ineluttabile declino? La cosmesi ci viene in soccorso e non solo lei.

Per tanti altri consigli sulla cura e la bellezza della pelle CLICCA QUI

Come proteggere la pelle dalla luce blu

luce cellulare
Foto da iStock
Una volta accertato che occorre proteggersi dalla luce blu esattamente come dai raggi UV il mondo della cosmesi si è attivato per elaborare formule e prodotti sempre di maggior efficacia.
L’efficacia dei filtri solari sembra ancora lontana da raggiungere ma i primi ritrovati già ci sono, come combinazioni antiossidanti studiate ad hoc e a baste di vitamina C ed E.
Ci sono poi piccoli accorgimenti che tutte noi possiamo seguire in autonomia, come attivare le modalità “notturne” o “protezione occhi” presenti su tutti i dispositivi moderni, mantenere una postura corretta e staccare spesso gli occhi dal monitor.
Ricordate che simili dispositivi non danneggiano solo la nostra pelle: l’invecchiamento digitale è anche questione di schiene che si incurvano e vista che si abbassa. Cerchiamo di essere in salute oltre che giovani e belle!