‘Trucco’ WhatsApp: si possono inviare messaggi a se stessi. Ecco come

E’ possibile inviare messaggi a se stessi su WhatsApp. Lo sapevi? Lo scopo è quello di creare una sorta di ‘archivio’ da consultare all’occorrenza. Ecco come procedere

Whatsapp
(Getty Images)

Buone nuove dal fronte WhatsApp. Della App più utilizzata al mondo si scoprono sempre nuove potenzialità. Oltre alle possibilità di inviare messaggi anonimi, di aggiungere un contatto senza avere il numero sulla rubrica telefonica o, ancora, di ascoltare i messaggi vocali senza accedere alla chat, ora c’è un’altra funzione che puoi imparare ad utilizzare.

Sapevi che, su WhatsApp, si possono mandare messaggi a se stessi? Se la risposta è no, ti diciamo noi come fare. Sicuramente ti chiederai a cosa serva questa operazione. Forse potrà sembrarti persino inutile. In realtà c’è un perché. Di seguito tutti i dettagli su come procedere.

A cosa serve inviare messaggi a se stessi su WhatsApp?

Whatsapp
(Getty Images)

Su WhatsApp puoi inviare messaggi a te stesso per uno scopo preciso: creare un archivio personale in cui salvare conversazioni, vocali e foto da consultare al momento giusto. Molti utenti già lo fanno e scrivono memo, appunti o salvano quello che preferiscono. Ecco come si fa.

Per prima cosa apri Whatsapp e crea un gruppo. Se hai iOS, per farlo, basta andare nella lista delle chat e toccare in corrispondenza di ‘Nuovo gruppo’ in alto a sinistra. Da Android, invece, bisogna cliccare sui tre pallini (in alto a destra) e selezionare la medesima voce.

Assegna un nome al gruppo che hai creato. Fatto questo, devi aggiungere ad esso almeno un contatto. Scegli una persona con la quale hai confidenza perché, subito dopo, verrà rimossa (e quindi non se la prenderà). Magari opta il fratello o la sorella. Una volta eliminato l’altro partecipante alla conversazione, potrai iniziare  a ‘chattare con te stesso’.

Inoltre c’è anche la possibilità di poter contrassegnare come ‘importanti’ i contenuti preferiti. Come fare? E’ semplice! Tieni premuto sul messaggio e poi scegli la voce appropriata. Tra i vantaggi dell’archivio personale creato su Whatsapp c’è quello di avere sempre sotto mano i contenuti desiderati, anche se si utilizza la versione Web dal pc.

Sono 1 miliardo e 600mila gli utenti attivi di Whatsapp, in oltre 180 paesi. E’ la storia di una App dal successo senza fine. Stando ai dati ufficiai, durante il giorno, vengono inviati 65 miliardi di messaggi, una media di 29 milioni per minuto. Numeri impressionanti e giustificati dal fatto che, molte persone, utilizzano Whatsapp anche per lavoro.

Dall’8 febbraio sono state introdotte nuove condizioni per la privacy. Non si potrà accedere alla App senza prima averle accettate.

Whatsapp
(Getty Images)

Il messaggio è questo: “Toccando ACCETTO, accetti i nuovi termini in vigore dall’8 febbraio 2021. Dopo tale data dovrai accettare i nuovi termini per continuare a usare WhatsApp. Se preferisci eliminare il tuo account e vuoi ricevere maggiori informazioni, puoi visitare il Centro assistenza”.