I bambini possono andare dai nonni se i genitori lavorano? Le regole anti-Covid

Una delle domande che molti si pongono è: i bambini possono andare a casa dei nonni se i genitori lavorano? Ecco le regole anti-Covid del governo. 

nonni bambini covid
Foto di freestocks.org da Pexels

Una delle poche certezze di questa nuova terribile malattia chiamata Covid-19 è che si accanisce principalmente sulle persone anziane. Il nuovo Coronavirus, da quando è comparso, ha così diviso per forza di cose nonni e nipoti.

Molti genitori che lavorano però, dall’inizio della pandemia, si sono trovati in difficoltà a non poter più contare sull’appoggio degli “anziani” della famiglia che davano una mano con i nipoti.

Intanto, il governo ha aggiornato le Faq relative alle regole da rispettare in base alle norme anti-Covid, a seconda delle tre zone: gialla, arancione e rossa, facendo riferimento anche alle visite ai nonni. Scopriamo quello che è consentito fare.

Visite dei bambini ai nonni sì o no? Il governo illustra le regole anti-Covid

bambini nonni covid
Foto di Andrea Piacquadio da Pexels

Non tutti dall’inizio della pandemia hanno potuto usufruire del lavoro agile detto anche smart working. Per tutti quei lavoratori che operano al di fuori delle mura casalinghe, e con figli, si è creato quindi un grande problema.

Dove lasciare i figli? Considerando che non tutti vanno a scuola e che molti sono costretti alla “didattica a distanza” (anche se il Cts dice sì alla didattica in presenza), il non poter contare sui nonni ha creato e crea un grande disagio alle famiglie.

A tal proposito il governo ha aggiornato le Faq del sito rispondendo anche alla domanda: È possibile spostarsi per accompagnare i propri figli dai nonni o per andarli a riprendere all’inizio o al termine della giornata di lavoro?”

Per tutte e tre le zone, gialla, arancione e rossa il governo fornisce la stessa risposta che scaturisce sulla base delle norme anti-Covid.

Il governo scrive: È possibile ma fortemente sconsigliato, perché gli anziani sono tra le categorie più esposte al contagio da COVID-19 e devono quindi evitare il più possibile i contatti con altre persone. Pertanto, questo spostamento è ammesso solo in caso di estrema necessità, se entrambi i genitori sono impossibilitati a tenere i figli con sé per ragioni di forza maggiore. In tale caso i genitori possono accompagnare i bambini dai nonni, percorrendo il tragitto strettamente necessario per raggiungerli e recarsi sul luogo di lavoro, oppure per andare a riprendere i bambini al ritorno. Ove possibile, è assolutamente da preferire che i figli rimangano a casa con uno dei due genitori che usufruiscono di modalità di lavoro agile o di congedi”.

La conclusione dunque è che è possibile portare i bambini a casa dei nonni, quindi non c’è il divieto, ma è fortemente sconsigliato. Questo perché le persone anziane, come detto all’inizio, sono le più colpite dal Covid-19.

Solo se entrambi i genitori non hanno possibilità di lavorare in smart working, e non possono usufruire di congedi, e quindi parliamo di casi di estrema necessità, allora lo spostamento è ammesso.

bonus baby sitter
Pixabay

Se da un lato i bambini sono meno soggetti ad ammalarsi di Covid-19 e i sintomi sono più lievi sulla base di numerosi studi per gli anziani il discorso è ben diverso.

Perciò occorre adoperare il buon senso in questo caso e proteggere quanto più possibile le persone più fragili ovvero gli anziani.

(Fonte: www.governo.it)