Richiamata pappa per la prima infanzia: perché è pericolosa

crema bimbi
fonte foto: Adobe Stock

Nuova allerta alimentare per una crema a base di cereali destinata alla prima infanzia.

crema bimbi
fonte foto: Adobe Stock

In questi giorni stanno scattando diverse allerte relative a dei prodotti per la prima infanzia ed in particolare a delle creme destinati ai bambini. L’ultima in ordine cronologico è una crema a base di mais, riso e tapioca sottoposta a richiamo per la presenza di un allergene non dichiarato sull’etichetta. A seguire tutte le informazioni relative al prodotto e a come riconoscerlo.

Allerta alimentare per crema destinata ai bambini

recall
Cartello recall – Fonte: Adobe Stock

Il richiamo arriva dal sito del Ministero della Salute e riguarda la crema di mais, riso e tapioca in vendita presso gli Md. Le informazioni necessarie per riconoscerla sono le seguenti:

  • Denominazione di vendita: Crema di mais riso e tapioca
  • Marchio: Piccolino Baby
  • Ragione Sociale OSA: MD S.p.a.
  • Numeri dei lotti di produzione: AF e AI
  • Date di scadenza: 30/11/2021 e 01/03/2022
  • Nome del produttore: Gittis Naturprodukte Gmbh & Co Kg
  • Sede dello stabilimento: Halleiner Landertrasse 3, 5412 Puch, Austria
  • Confezione: da 200 g
  • Motivo del richiamo: presenza dell’allergene soia non presente sull’etichetta

Chiunque abbia acquistato il prodotto è pregato di non consumarlo e di riportarlo presso il punto vendita. In genere, in questi casi, è possibile ottenere il rimborso o un cambio con altro prodotto.

Perché non va bene consumare la crema per bambini indicata

crema tapioca
fonte foto: Adobe Stock

Come già accennato, la crema che di per se non sembra presentare problemi organolettici, contiene però della soia non dichiarata sull’etichetta. Si tratta di uno degli allergeni più pericolosi e che se ingeriti da soggetti allergici può creare crisi anche gravi.

Per questo motivo, trattandosi di un prodotto destinato alla prima infanzia, è preferibile non somministrarlo a bambini dei quali non si conosce ancora la tolleranza alla soia. Una precauzione che in certi casi può essere indispensabile per il benessere dei più piccoli.

Quella riportata non è la prima crema ad aver subito un richiamo per la presenza di soia. In questi giorni sono infatti scattati già due allarmi diversi, che sono:

piatto con divieto
Piatto con segnale di divieto – Fonte: Adobe Stock

Restare sempre aggiornati sulle varie allerte alimentari è un buon modo per prendersi cura della propria salute e di quella dei propri cari. E tutto evitando semplicemente quegli alimenti che vengono notificati come potenzialmente pericolosi o che per motivi diversi non possono essere consumati da alcune categorie di persone.