Fame nervosa durante le feste? Combattila così

Scopri come contrastare la fame nervosa legata al periodo delle feste. Idee e consigli per vivere al meglio questo periodo dell’anno.

panettone
fonte: Adobe Stock

Con l’arrivo delle festività natalizie aumentano anche i momenti di incontro e quelli in cui il cibo è uno dei protagonisti indiscussi. Tra lasagne della nonna, piatti elaborati e l’offerta costante di torroni, pandori e panettoni, mangiare in modo controllato può diventare difficile. Un problema che tende ad aggravarsi quando di mezzo ci si mette anche a fame nervosa.

Molte persone, infatti, intorno al periodo di Natale si scoprono più ansiose e nervose e ciò spinge inesorabilmente a cercare conforto nei dolci. Un conforto che è solitamente di breve durata, sopratutto quando una volta mangiato, subentrano i sensi di colpa. Cerchiamo quindi di capire perché si prova la fame nervosa durante le feste e come fare per contrastarla.

Fame nervosa durante le feste: da cosa dipende

dimagrire senza rinunce
Fonte foto: Istock photo

In genere, la fame nervosa è un problema che si ha o non si ha ma che in periodi di maggior tensione tende a farsi presente anche per quelle persone che normalmente riescono a gestirla.

A Natale, infatti, sono in tanti coloro che vengono assaliti da una malinconia così nota da avere persino un nome (Christmas blue) e da riguardare molte più persone di quante non si pensi. Una situazione che rende depressi, ansiosi e che può scaturire nel bisogno di mangiare cibi dolci o notoriamente appaganti.

Ma se concedersi un dolce come coccola di tanto in tanto è più che normale, è altresì importante riuscire ad evitare i veri e propri attacchi di fame nervosa. Sopratutto perché una volta soddisfatti non fanno sentire meglio, lasciando addosso un senso di insoddisfazione e di colpa.

Ovviamente è importante cercare di capire il perché si vive un simile problema e per farlo, a volte, può rivelarsi necessario affidarsi ad uno psicoterapeuta. In questo modo, infatti, si può contare su un modo per arrivare delitti al problema senza doverci girare intorno per troppo tempo. Comunque si scelga di risolverla, la fame nervosa legata al periodo delle feste può anche essere tamponata con qualche piccola strategia che se non risolutiva aiuterà quantomeno a dare un certo senso di sollievo.

Come sconfiggere la fame nervosa da feste

Donna mangia panettone
Donna che mangia panettone – Fonte: iStock photo

Chiunque si trova a mangiare più di quanto vorrebbe nel periodo delle feste, probabilmente lo fa più per appagare un senso di vuoto o di inquietudine che per saziarsi. Per far si che ciò non avvenga ci sono diversi trucchi che si possono mettere in pratica e che se per alcuni sono risolutivi per altri danno almeno un piccolo margine di vantaggio. Vediamo insieme i più importanti.

Chiedersi sempre se si ha fame. Per prima cosa è importante domandarsi sempre se si ha davvero fame o se si sta solo cercando di alleviare un determinato stato d’animo negativo. Farlo non è difficile, basta infatti distogliere l’attenzione dalla voglia di dolci e pensare di mangiare ad altro. Se la fame è vera pur di placarla si mangerà volentieri della frutta o addirittura della verdura. In caso contrario, non si tratta di fame ma di voglia di qualcosa di buono. Niente di sbagliato ovviamente. A patto di assaggiare qualcosa e non iniziare a mangiarne senza freni.

Trovare un diversivo. Se mangiare dolci o fritti è appagante, ci sono tante altre cose che possono esserlo altrettanto. Concentrarsi sulla conversazione, trovare un giochino da fare quando si viene assaliti dalla voglia di mangiare o anche sentire un’amica complice ed in grado di distogliere l’attenzione dal cibo. Si tratta di piccole strategie che nel breve termine possono portare a risultati positivi ed in grado di funzionare.

Mantenersi rilassati. Spesso il bisogno di mangiare arriva dallo stress provocato dai tanti amici e parenti che pungolano con continue domande sul futuro. Un problema che vale anche a distanza vista la possibilità di sentirsi e videochiamarsi. Per evitare che la tensione diventi troppa può essere utile fare del training autogeno prima e prepararsi già tutte le risposte prima. Inoltre, ci si può sempre distrarre in mille modi diversi e non tutti legati al cibo.

Mantenere un’alimentazione bilanciata. Spesso la fame nervosa si lega agli improvvisi digiuni che si fanno poco prima delle feste e che spingono ad arrivare affamati a pranzi e cene. Continuare a seguire un’alimentazione sana e bilanciata anche durante le feste è il modo migliore per sedersi a tavola già soddisfatti e con un atteggiamento più rilassato. Cosa che aiuterà persino a godersi maggiormente ciò che si ha nel piatto. A volte infatti, il bisogno di mangiare di più è dato dall’ansia di restare senza cibo. Cosa che si può evitare mangiando in modo più equilibrato e scegliendo quei cibi famosi per alleviare la fame nervosa.

Servirsi la giusta porzione. A volte tra una chiacchiera e l’altra ci si concentra su altro e ciò porta a non riuscire a capire quanto si sta mangiando. Servirsi una porzione precisa è quindi un buon modo per evitare di esagerare. Anche concentrarsi su ciò che si mangia è di grande aiuto. Diversi studi hanno infatti dimostrato nel tempo che chi è concentrato su ciò che mangia sente prima il senso di sazietà e di appagamento.

Fonte foto: Istock

Come già detto, questi sono solo dei trucchi per superare indenni il periodo delle feste. Qualora la fame nervosa dovesse essere un problema è consigliabile chiedere il parere di un professionista iniziando a lavorare su ciò che la comporta. In questo modo, feste o non feste, mangiare sarà molto più piacevole e mai più gravato dai sensi di colpa.