Rocco Barocco guarito dal Covid. “Un’esperienza che mi ha cambiato molto”

Rocco Barocco ha vinto la sua battaglia con il Covid-19. E’ guarito dopo 25 giorni di ricovero in terapia sub-intensiva. E’ tornato finalmente a casa e dice: “Mi è andata bene, grazie a Dio”. Lo stilista invita alla cautela, a non sottovalutare il virus

Rocco Barocco
(Getty Images)

Rocco Barocco ce l’ha fatta e ha vinto la sua battaglia con il Covid-19. Lo stilista napoletano è stato finalmente dimesso dopo un lungo ricovero in ospedale e ben 25 giorni trascorsi in terapia sub-intensiva. Un’esperienza forte, che l’ha segnato profondamente. L’ha raccontato lui stesso in un’intervista a cuore aperto realizzata con Repubblica.

S’allunga quindi la lista dei Vip che hanno dovuto fare i conti con il coronavirus. Da Alena Seredova a Gerry Scotti, passando per Iva Zanicchi, Nunzia De Girolamo, Paolo Brosio, Federica Pellegrini, Cristiano Ronaldo, Carlo Conti e molti altri ancora. Nell’elenco dei volti noti che hanno contratto l’infezione si è aggiunto, quindi, anche il nome del patron della moda d’ispirazione partenopea.

Rocco Barocco ripercorre con Repubblica le tappe principali della sua malattia; dalla scoperta del contagio ai momenti di concitazione per la ricerca di un posto in ospedale. Non è stato facile. “Mi è andata bene, grazie a Dio. Ma credo sia meglio non ammalarsi in Italia. Quando mi sono sentito male – ha raccontato – ho vissuto ore concitate in cui non trovavo posto da nessuna parte. Poi sono stato ricoverato all’Ospedale del Mare, dove medici e infermieri sono stati professionalmente impeccabili”.

Un’esperienza forte, che l’ha cambiato per sempre. E’ stata dura – ha detto Barocco – nel reparto di terapia sub-intensiva, sei solo con te stesso. E pensi al peggio che possa capitarti, anche perché percepisci le storie delle persone che ti circondano e muoiono, ora dopo ora”.

E’ un inferno quello descritto dallo stilista partenopeo di fama mondiale. E’ il racconto di un’esperienza drammatica, la stessa vissuta da tantissimi italiani in questi lunghi mesi di pandemia che non accenna a placarsi.

Rocco Barocco avanza poi un’ipotesi su come abbia potuto contrarre l’infezione. Parla di “un pomeriggio a fare commissioni nel centro di Napoli, tanta gente in giro e molti ragazzi senza mascherina”. E’ solo un’idea però, senza certezze, nel tentativo di rintracciare la possibile occasione del contagio.

Comunque, al di là delle ricostruzioni, Rocco Barocco ha vinto la sua battaglia con il coronavirus, ed è questo ciò che conta. Il 76enne è ritornato a casa l’11 dicembre scorso. Gli ultimi 10 giorni della degenza li aveva trascorsi presso il reparto Covid della casa di cura “Maria Rosaria” di Pompei. In precedenza, invece, era stato ricoverato per un mese all’Ospedale del Mare.

Lo stilista ha riferito di essere stato assistito in maniera impeccabile dal personale sanitario, tanto a Napoli quanto nella sua provincia, ovvero a Pompei, la città all’ombra degli scavi archeologici conosciuta in tutto il mondo.

Rocco Barocco ha vinto il Covid e dice: “Virus insidioso”

Rocco Barocco
(Getty Images)

L’Italia è piegata in due dall’emergenza sanitaria. Il Governo ha varato il Dpcm Natale, che prevede una nuova stretta sulle abitudini degli italiani, in vista delle festività natalizie. Si punta a limitare le ‘occasioni di socialità’, per evitare un’impennata dei contagi con l’inizio del nuovo anno. Serve ancora prudenza e lo sa bene anche Rocco Barocco, che non usa mezzi termini.

“Sottovalutare il rischio del Covid-19 è delittuoso – ha detto lo stilista a Repubblica – chi non indossa ancora oggi la mascherina commette un potenziale omicidio colposo, come se andasse in giro con un’arma carica, con una rivoltella puntata verso il prossimo. Bisogna stare attenti“.

Insomma, lo stilista ne ha per tutti. Invita alla cautela, al rispetto delle regole raccomandate dagli esperti. A proposito dei cosiddetti ‘negazionisti’, invece, ritiene che “sia meglio non parlarne”. Infine, ha rivolto un pensiero alla sua città d’origine. “Napoli è una città che da sempre porto nel mio cuore e nella mia testa, anche quando giravo il mondo era così”.

Rocco barocco
(Getty Images)

Lo stilista sta vivendo un periodo di riposo assoluto in una delle sue residenze campane. Così facendo “potrà dire – riporta SkyTg24 – di aver lasciato alle spalle un’avventura che ha condiviso con altri pazienti ed i tanti medici, professionisti ed infermieri che gli sono stati vicino”.