DPCM Natale: vacanze, crociere, estero e impianti sciistici. Cosa si può fare

Nella conferenza stampa sul nuovo DPCM il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte ha indicato le misure anche per il turismo natalizio.

il bianco del ghiaccio e della neve from web source

Durante le vacanze di Natale c’è sempre stato chi per riposare optava per il metodo “fuori casa”.

Letteralmente vi è tutto un settore economico che si fonda sulle vacanze di Natale così come esiste quello per le vacanze estive.

Il settore “turismo natalizio” di queste misure restrittive ne ha, ormai ufficialmente, risentito molto. Le restrizioni in questo caso ci sono e si fanno sentire non poco.

Moltissime le polemiche che si sono susseguite in questi giorni quando per molti imprenditori era necessario che il Governo adottasse misure che potessero permettere le vacanze di Natale magari sulla neve, negli impianti sciistici italiani e così via.

Una misura che era fortemente chiesta anche in tutela del fatto che “se non da loro”, i clienti sarebbero poi andati all’estero a farsi le vacanze di Natale.

Vediamo il Governo a guida di Giuseppe Conte cosa ha deciso nella conferenza stampa di ieri.

DPCM Natale: la questione vacanze all’estero, turisti, crociere ed impianti sciistici

dpcm Giuseppe Conte
Foto da Facebook @GiuseppeConte64

Dopo aver parlato del tasto dolente degli spostamenti fra regioni e fra comuni, nonché di quelli all’interno dello stesso territorio comunale, il Presidente ha rilasciato poi i dettagli anche per quanto riguarda le vacanze all’estero ed affini.

Dal 21 Dicembre al 6 Gennaio chi rientra dalle vacanze dovrà sottoporsi alla quarantena necessariamente”. In pratica, chiunque rientrerà da qualsiasi vacanza dovrà sottoporsi ad una quarantena fiduciaria la cui durata non è stata espressamente specificata e quindi dovrebbe rifarsi alle direttive precedentemente emesse circa la durata della quarantena fiduciaria.

Successivamente a queste parole il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte ha voluto fare chiarezza anche sulla questione del “turismo verso l’Italia”.

Ha infatti specificato che “i turisti stranieri che arrivano in Italia nello stesso periodo saranno sottoposti alle stesse misure“.

Questa affermazione va a chiarire quanto polemizzato in questo periodo circa il fatto che le restrizioni rivolte agli italiani non fossero le stesse di quelle rivolte agli stranieri che entrano in Italia. In questo modo infatti il Presidente del Consiglio dei Ministri ha voluto chiarire che chiunque entrerà nel territorio italiano da turista dovrà necessariamente sottoporsi alla quarantena fiduciaria.

Alcuni lamenterebbero che in questo modo si andrebbe a scoraggiare il turismo verso la nostra nazione, ma nelle parole del Presidente si è compreso quanto ogni misura adottata fosse necessaria a tentare di prevenire una terza ondata.

Per quanto invece riguarda gli impianti sciistici, anche essi al centro di una forte polemica in questo periodo, “resteranno chiusi dal 4 Dicembre al 6 Gennaio”.

Non solo, infatti nel periodo che va dal 21 Dicembre al 6 Gennaio “sono sospese anche le crociere”.

Misure restrittive che un po’ possono spaventare ma che sono considerate necessarie per tornare alla normalità.

Sono state altresì confermate nel DPCM le indiscrezioni dell’ultimo periodo circa questo argomento e la maggiore intensificazione delle misure restrittive nei giorni specifici delle vacanze di Natale.

meteo neve
un manto di neve che ricopre la terra ed un uccellino poggiato su di essa from (Pexels)

Seguiranno aggiornamenti circa gli ulteriori chiarimenti dal Governo.