Diretta Conte per il Dpcm 3 dicembre: congiunti, spostamenti e Natale

Il premier Conte va nuovamente in diretta per illustrare i provvedimenti del nuovo DPCM del 3 dicembre in fatto di spostamenti tra le regioni, congiunti e molto altro ancora.

Giuseppe Conte diretta
Foto da Facebook @GiuseppeConte64

Scongiurare la terza ondata a gennaio. Questo l’obbiettivo ultimo nel nuovo DPCM, quello che tutta Italia attendeva per scoprire come trascorreremo le prossime Feste di Natale.

Finalmente il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte si presenta in Conferenza stampa per spiegare tutto.

Il Dpcm del 3 dicembre 2020

dpcm Giuseppe Conte
Foto da Facebook @GiuseppeConte64

Nell’attesa conferenza stampa, Giuseppe Conte illustra dettagliatamente tutti i punti del Dpcm, quelli che del resto già da qualche tempo la stampa aveva iniziato a trattare e sul quale i cittadini già dibattono da un po’.

  • Vietati spostamenti dal 21 dicembre al 6 gennaio tra le regioni
  • Vietati spostamenti anche interni alla regione 25 26 dicembre e primo gennaio
  • Consentito comunque il rientro presso il proprio domicilio
  • Chi rientra in Italia dopo le Feste dovrà sottoporsi alla quarantena
  • Impianti sciistici chiusi dal 4 dicembre al 6 gennaio
  • Dal 21 dicembre al 6 gennaio ferme le crociere
  • 65% studenti didattica in presenza dal 7 gennaio
  • Ristoranti sempre aperti a pranzo nelle zone gialle (anche nei giorni di festa)
  • Alberghi aperti in tutta Italia ma ristoranti chiusi alle 18 anche qui nei giorni delle vigilie
  • Da venerdì 4 dicembre al 6 gennaio negozi aperti fino alle 21
  • I cittadini sono invitati a non cedere alla tentazione dei classici Veglioni: non invitate a casa i non conviventi
  • Extra cash back di Natale: chi paga con carte e app avrà un rimborso del 10% su tutti gli acquisti effettuati entro il 31 dicembre (fino a 150 euro). Cumulabile nella famiglia e valido per qualsiasi acquisto, ma non on line. Si ricorda di scarica l’app per usufruire del rimborso.

Conclude poi il premier Conte rivolgendosi a tutti i cittadini:

“Occorre impegno e attenzione. Dobbiamo attendere […]. Questo sarà un Natale diverso ma non meno autentico”