Napoli, controlli Covid: 1 milione di mascherine sequestrate

Ancora controlli a tappeto anti-Covid in Campania. La Guardia di Finanza, su disposizione della Procura di Napoli, ha sequestrato più di 1 milione di dispositivi di protezione contraffatti

In Campania sequestrati più di un milione di mascherine
Guardia di Finanza (Foto da repertorio)

Campania, continuano senza sosta i controlli a tappeto anti-Covid. La Guardia di Finanza ha sequestrato, su disposizione della Procura della Repubblica di Napoli, un grosso quantitativo di dispositivi di protezione individuale del tutto contraffatti.

In totale, oltre un 1 milione di prodotti, tra mascherine chirurgiche, semi-maschere e visiere facciali.

La merce, del tutto priva di qualsiasi requisito di conformità previsto dalla legge, era pronta per essere immessa illecitamente sul mercato. Le indagini, condotte dagli uomini del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Napoli, hanno interessato diversi imprenditori, alcuni dei quali stranieri ma tutti, comunque, operanti nel napoletano.

Sotto la lente d’ingrandimento degli investigatori sono finiti alcuni titolari di aziende per il commercio all’ingrosso e al dettaglio di prodotti di largo consumo che hanno intensificato, proprio in concomitanza con l’aggravarsi dell’emergenza epidemiologica, le importazioni dalla Cina di ingenti quantitativi di mascherine chirurgiche e di dispositivi di protezione individuale non conformi alle normative di settore.

In particolare, l’attenzione degli inquirenti si è concentrata su alcune spedizioni internazionali di merci sospette, effettuate da soggetti già noti come operanti nell’ambito della contraffazione.

Man mano, è stato possibile risalire a tutta la filiera commerciale, sequestrando l’ingente numero di mascherine e di altri dispositivi di protezione non conformi. Continua quindi, senza sosta, l’impegno della Guardia di Finanza nei controlli anti-Covid. Appena qualche settimana fa c’era stato un altro sequestro di merce del tutto contraffatta.

Ma, in questo periodo così complicato, le truffe non si fermano soltanto ai dispositivi di protezione individuale e investono anche il sistema sanitario nazionale. E’ il caso, per esempio, di quella perpetrata in Campania, ai danni dello Stato, tramite l’erogazione di falsi ticket per l’esenzione.

Controlli Covid: mascherine dalla Cina con vettori aerei

La finanza, a Napoli, ha sequestrato un milione di mascehrine false
Guanti e mascherine (Foto Pixabay)

Una montagna di dispositivi di protezione individuale non a norma. Nel corso delle indagini gli investigatori hanno potuto ricostruire tutti i movimenti. La merce arrivava dalla Cina a Napoli tramite vettori aerei, sfruttando i transiti in Paesi con accordi di libero scambio con l’U.E. che consentono la libera circolazione delle merci senza i controlli doganali.

I prodotti sequestrati, oltre a riportare una marcatura “CE” molto ingannevole, erano tutti accompagnati da false certificazioni, alcune delle quali totalmente contraffatte e solo apparentemente rilasciate da un ente certificatore riconosciuto in ambito comunitario; i controlli svolti dalla polizia giudiziaria, infatti, ne hanno subito disconosciuto la genuinità. Insomma, tutto completamente falso, inclusi i documenti di accompagnamento delle merci.

I dispositivi sequestrati, più di un milione in totale, avranno una nuova destinazione d’uso, certamente più nobile. La loro sarà un’utilità sociale all’insegna della solidarietà, con un’attenzione particolare alle fasce meno abbienti.

Sono tante infatti le famiglie italiane che, in questo periodo così complicato, vivono un enorme disagio economico. A patire di più la crisi è soprattutto il ceto medio. Un recente rapporto della Caritas riferisce che le famiglie più fragili sono quelle numerose e a basso reddito. E sono tanti anche le persone che, a causa della pandemia, hanno perso il lavoro.

Consapevole di queste difficoltà, la Procura della Repubblica ha disposto, infatti, la devoluzione gratuita della merce sequestrata a istituzioni ed enti no profit operanti sul territorio campano e napoletano.

Scoperto in Campania un sistema di false esenzione dei ticket
Militare della guardia di Finanza (Getty Images)

I prodotti sequestrati verranno distribuiti tra i soggetti bisognosi ma anche tra le diverse Forze di Polizia. Beneficeranno dell’iniziativa anche diversi enti pubblici e solidali, che riceveranno così presidi assolutamente indispensabili per prevenire i contagi da coronavirus.