Padelle e pentole annerite? Scopri come pulirle con un trucchi infallibili

Le vostre padelle e pentole sono annerite? Scopri i rimedi naturali ed efficaci per pulirle senza troppa fatica.

Come pulire pentole
Foto:Pixabay

In cucina si trascorrono diverse ore della giornata per la preparazione di diverse pietanze, per fare ciò non occorrono solo ingredienti e utensili, ma anche pentole e padelle.

Sono accessori indispensabili per la preparazione di diverse pietanze, esistono in commercio diversi modelli, non solo di materiale diverso, ma anche di diametro.

Le padelle e pentole possono essere antiaderente, in pietra, in acciaio e tanti altri materiali. Ma è capitato a tutti almeno una volta di bruciare per sbaglio qualcosa! Il più delle volte se non si pulisce subito si rischia di ritrovarvi con padelle e pentole completamente nere. Ma come si può rimediare?

Il primo pensiero è di buttare tutto, ma esistono dei rimedi naturali per portare alla luce il fondo annerito e bordi di pentole e padelle.

Noi di CheDonnna.it possiamo aiutarvi in questo, rimedi efficaci e veloci per riportare alla luce senza rovinarle. Non vi resta che indossare i guanti per proteggere le mani e procedere

Come pulire padelle e pentole annerite

Pulire la lavatrice
Aceto e bicarbonato Foto:Adobe Stock

Talvolta è necessario rimediare a pentole e padelle annerite, piccoli e semplici accorgimenti così da rimediare ad errori fatti durante la cottura delle pietanze.

Non sempre è necessario l’utilizzo di detergenti che si trovano in commercio, ma rimedi naturali utilizzati anche dalle nostre nonne. Allora seguite i nostri consigli per riportare alla luce pentole e padelle annerite.

Le pentole e padella annerite si possono lavare con il normale detersivo per stoviglie, basta mettere in una bacinella acqua bollente con il detersivo che normalmente utilizzate per le stoviglie. Immergete le padelle o pentole. Lasciate in ammollo per 15 minuti e poi strofinate con la spugna abrasiva per l’acciaio, ma per pentole delicate solo la spugna non abrasiva.

Se la pentola è annerita e molto incrostata è opportuno procedere diversamente, mettete acqua e aceto, fate bollire e poi lasciate per 12 ore. Dopo procedete al lavaggio con detersivo strofinando con la spugna. Provate anche con acqua e due cucchiai di bicarbonato, fate riscaldare l’acqua e poi lasciate in ebollizione per circa 10 minuti, poi lavate.

Come pulire pentole
Foto:Pixabay

Se solo i bordi sono anneriti il lavoro si semplifica, basta utilizzare la buccia di patata o la patata stessa. Tagliatela a metà distribuite un pò di detersivo per stoviglie, sfregate energicamente sulle zone interessate e poi procedete al risciacquo sotto acqua corrente. Le bucce di patate sono davvero utile per le pulizie in casa, scopri di più.

Anche la candeggina è utile in caso di sporco ostinato, basta mettere in una pentola bruciata acqua calda e 120 ml di candeggina. Dopo 5 ore circa procedete al risciacquo e la lavate come di consueto.

Ricordate di non portare mai ad ebollizione detersivi aggressivi come:

  • ammoniaca
  • candeggina
  • sgrassatore

Purtroppo potrebbero emanare odori troppo forti e pericolosi che si possono disperdere in casa, sono sempre da preferire ingredienti naturali non solo proteggete l’ambiente ma anche le persone che vi circondano.

Adesso si che sapete come pulire padelle e pentole annerite seguendo qualche piccolo trucchetto.