Come superare la paura di agire

La paura di agire è un problema che quando si presenta può essere paralizzante. Scopri come affrontarla e risolverla in pochi passi.

paura di agire
donna che ha paura e nasconde il viso – Fonte: Adobe Stock

Che la vita sia azione, si sa. Ogni più piccolo gesto determina dei cambiamenti che messi insieme generano tutta una serie di situazioni che entrano a far parte del nostro vissuto.
Nel corso degli anni, si ottengono così vittorie ma anche sconfitte e momenti di conforto. E in base a come si gestisce il tutto, sopratutto in vista degli eventi spiacevoli, può capitare che si instauri una sorta di paura di agire.

Una paura che può diventare paralizzante e precludere anche occasioni importanti. Per questo motivo è molto importante riconoscerla per tempo e capire come muoversi a riguardo, trovando una via per affrontare di volta in volta ogni più il freno che con il tempo ci si è imposti.

Come riconoscere la paura di agire

Donna che ha paura
Donna che si nasconde il volto perché ha paura – Fonte: Adobe Stock

In genere, quando si ha paura di agire ci si rende quasi sempre conto del problema. Si tratta infatti di un freno così forte e paralizzante che è davvero raro che passi inosservato. Ogni tanto, però, può capitare che sul nascere non venga subito riconosciuto.

Di conseguenza, imparare a coglierne i primi sintomi può essere un buon modo per capire a cosa si sta andando incontro e fermare il tutto prima che la paura diventi paralizzante. Ovviamente i sintomi cambiano da persona a persona e spesso il loro variare è legato alle esperienze vissute e al modo in cui si è imparato a rispondere alle varie cadute. Tuttavia ci sono alcuni indizi che possono essere considerati universali e che si riassumono in:

  • Ansia generale al pensiero di dover fare o decidere qualcosa
  • Senso di paralisi quando si deve prendere una decisione
  • Mente vuota quando viene posta una domanda
  • Tendenza a posticipare anche le decisioni più semplici
  • Sensazione di forte stress quando ci si trova costretti a decidere su come agire
  • Ansia immotivata
  • Tremori
  • Sudore freddo
  • Sensazione di panico
  • Bisogno di chiedere aiuto agli altri
  • Capacità di prendere decisioni sempre e solo all’ultimo istante

Solitamente, riconoscersi in almeno tre di queste situazioni può essere l’indizio di una paura di agire che, a prescindere dall’essere recente o radicata da tempo, rappresenta comunque un ostacolo alla propria vita. Un ostacolo che può essere superato, a seconda dell’entità del problema, lavorando su se stessi o optando per un’analisi mirata delle proprie paure e del proprio vissuto. Cosa che è sempre meglio fare con l’aiuto di un esperto in modo da trovare la chiave per uscirà dalla prigione nella quale ci si è rinchiusi.

Come affrontare la paura di agire

Donna che in ansia – Fonte: Istock photo

Una volta appurato che ciò che sta limitando la vita è proprio la paura di agire, può essere utile iniziare a mettersi in gioco. Per farlo è importante agire a piccoli passi e senza mai tirar troppo la corda. In genere chi ha paura dell’azione tende infatti a rifugiarsi in una sorta di comfort zone che non va sradicata del tutto. Facendolo infatti, si corre il rischio di aumentare le proprie paure senza ottenere i risultati desiderati.

Analizzare le proprie paure. Per prima cosa può essere quindi importante analizzare le proprie paure e cercare di capire cosa accadrebbe se si realizzassero e cosa accadrà invece restando fermi. Spesso i risultato finale non è poi così diverso. Con la differenza che in mancanza di azione si rimarrà fermi senza migliorare mentre agendo c’è almeno un 50% di possibilità di migliorare la propria vita.

Iniziare compiendo delle piccole azioni. Una buona opzione può essere quella di iniziare a cambiare prendendo delle decisioni semplici. Quelle cioè che anche nella peggiore delle ipotesi, pur andando male, non sconvolgerebbero più di tanto la vita di tutti i giorni. In questo modo ci si metterebbe in gioco senza correre grossi rischi. Senza uscire dalla comfort zone e trovando pian piano sempre più coraggio per compiere azioni sempre più importanti.

Agire per sconfiggere le paure. Forse non sempre ci si fa caso ma spesso la paura è proporzionale alla decisione di non agire. Fin quando si resta nel limbo, infatti, si continua a provare paura ogni qual volta ci si trova a pensare alla decisione da prendere. Per quanto possa sembrare assurdo, una volta che si è scelto di agire e che quindi si è presa una decisione, la paura si fa più piccola. L’azione stessa, infatti, aiuta a sconfiggerla. Questo, ovviamente non significa lanciarsi nelle situazioni senza riflettere ma trovare una via di mezzo che consenta di riflettere con cura sulle proprie possibilità e che al contempo non limiti l’azione.

Spesso, la paura di agire si lega ad una scarsa autostima. Un problema sul quale si dovrebbe lavorare al fine di comprendere a pieno che aver stima di se non andrebbe mai legato ai risultati ma alla forza che si mette in campo quando si decide di agire in prima persona.

donna che ha paura – Fonte: Thinkstock

Agire è fondamentale per vivere bene e per essere i veri protagonisti della propria vita. Anche se può far paura è quindi davvero importante provarci. Che si voglia tentare da soli o con l’aiuto di uno psicoterapeuta, ciò che conta è compiere il primo passo. La vita è molto più di relegarsi in una comfort zone perenne e viverla a pieno è il più bel gran dono che possiamo decidere di farci.

Fonte: greenious.it