Politica, scontro sul piano anti-Covid: mano tesa di Forza Italia al Governo

L’Italia si prepara a varare possibili nuove misure in vista delle festività natalizie, la stretta dovrebbe arrivare intorno ai primi di dicembre. Prosegue lo scontro fra maggioranza e opposizione sulle priorità del piano anti-Covid.

Piano anti-Covid, Meloni e Salvini attacco a Conte (Getty Images)
Piano anti-Covid, Meloni e Salvini attacco a Conte (Getty Images)

Sull’onda del dibattito Stato-Regioni, prosegue la diatriba politica attorno alla pandemia: oggetto di discussione sono le misure di prevenzione anti-Covid in vista del Natale. Saranno festività diverse, ma intanto vige lo stesso clima di contrasto – fra maggioranza e opposizione – con cui Conte deve convivere cercando di arginare il più possibile le polemiche.

L’opposizione, con Meloni e Salvini in prima fila, chiede maggior considerazione nelle scelte di Governo sul COVID-19: “Il Premier non ci ascolta”, fanno sapere Lega e Fratelli d’Italia che sarebbero pronti a garantire più disponibilità se ci fossero scelte condivise. Di tutt’altro avviso è, invece, Berlusconi: il leader di Forza Italia chiede, in un momento come questo, di mettere da parte i personalismi (rifacendosi all’appello accorato lanciato nelle scorse settimane da Mattarella): “Per combattere il virus, c’è bisogno della collaborazione di tutti, solo uniti possiamo uscire da questa situazione”.

Scontro maggioranza-opposizione sul piano anti-Covid: Berlusconi chiede unità

Di Maio sul piano anti-Covid (Getty Images)
Di Maio sul piano anti-Covid (Getty Images)

Parole, quelle dell’ex Premier, che piacciono anche ai Cinque Stelle. I quali, attualmente in maggioranza, non chiudono la porta al contributo del Cavaliere ma sottolineano: “Tra noi e Berlusconi c’è un abisso, le idee politiche restano diverse, ma il passo avanti dei Forzisti è un buon segno per il Paese”, ha fatto sapere Di Maio.

Il Ministro degli Esteri, inoltre, ribadisce che la fiducia verso la prossima manovra finanziaria sarà il punto di partenza verso una nuova stagione non solo politica. Si comincia a pensare al post-Covid, in tal senso anche i commenti dell’ex capo politico dei pentastellati, possibile candidato alla leadership del Movimento oppure all’organo collegiale: “L’Italia è nei due grandi accordi internazionali – sottolinea il Ministro – quello di Pfizer e AstraZeneca, che sono i più avanzati e stanno avendo maggior successo nella sperimentazione. Il nostro Paese sarà tra i primi al mondo a ricevere un vaccino, conclude Di Maio.