Fabrizio Corona: “Sono Dio. Feci incontrare Trump e Melania”

Fabrizio Corona ha fatto incontrare Donald Trump e Melania, ha plasmato l’Italia a sua immagine e si sente Dio: sul suo libro è già polemica.

Fabrizio Corona
Fabrizio Corona (Instagram)

Il primo libro di Fabrizio Corona è stato scritto durante i mesi dei suoi arresti domiciliari. Nello scriverlo l’ex Re dei Paparazzi si è lasciato completamente andare, rinunciando anche a quel poco di moderazione che era rimasta nella sua vita.

L’obiettivo di questa ennesima versione pubblica di Fabrizio Corona? Purificare se stesso dagli eccessi del passato trasformandosi in un grande comunicatore. Se l’operazione sia riuscita o meno potranno dirlo soltanto i lettori che compreranno il libro per scoprire la sua versione dei fatti in  merito a molti eventi cruciali per la storia del nostro paese e del mondo.

A quanto dice Corona, infatti, se l’Italia è come la conosciamo, molto del merito è soltanto suo.

Fabrizio Corona: “Sono il Dio della mia vita”

Fabrizio Corona
Fabrizio Corona – Fonte: Instagram @fabriziocoronareal

Sembra che i problemi con la giustizia e il lungo periodo di detenzione che ha dovuto scontare negli ultimi anni abbiano avuto un effetto estremamente positivo su Fabrizio Corona il quale, privato di tutte le “distrazioni” del mondo oltre le sbarre ha potuto concentrarsi su di sé.

“Ho un progetto di purificazione e di rinascita sia umana sia professionale” ha affermato Corona, che ha spiegato anche di non essersi mai fermato, lavorando a diversi progetti anche quando si trovava dietro le sbarre.

Il nuovo campo di applicazione in cui Corona sembra voler impegnare le proprie energie è quello della comunicazione: “Voglio diventare un grande comunicatore, voglio continuare a fare la differenza” ha dichiarato presentando la sua autobiografia.

Il nome scelto per l’opera, ovviamente, la dice molto lunga sul tono dell’intero libro, che si intitola Come Ho Inventato l’Italia.

A quanto pare le primissime parole dello scritto aiutano a immergersi completamente nel punto di vista di Fabrizio Corona, il quale ha deciso di cominciare la propria autobiografia con un’affermazione destinata a fare scalpore: “Sono Dio, perché ho creato io le condizioni perché la mia vita andasse in un certo modo, nel bene e nel male, dai rapporti con i miei genitori alle donne che ho amato, al mio lavoro”.

Da questa prospettiva, quindi, qualsiasi persona è il Dio della propria vita, dal momento che gli eventi della sua esistenza sono comunque influenzati dalle sue scelte, ma di certo le scelte di Corona non hanno influenzato solo lui stesso.

Per dimostrarlo, Corona è arrivato a sostenere che, dietro due delle coppie più celebri del momento sono nate (anche) grazie al suo intervento. Corona ha affermato: “C’ero io dietro al primo incontro tra Donald e Melania Trump. Fui io a mettere insieme Elisabetta Gregoraci e Flavio Briatore. Conoscevo i segreti di tutti e questo mi rendeva onnipotente”.

Secondo Corona (e in realtà anche secondo molti altri) il potere deriva dalla conoscenza, soprattutto dal possedere una conoscenza inaccessibile ai più. Su come si debba utilizzare questo tipo di sapere e su come si debba e si possa venire in possesso di questo tipo di sapere, è invece tutto un altro discorso.

Le imprese professionali di Corona, che gli hanno permesso di arrivare ad assumere il titolo di Re dei Paparazzi, sono state per anni sulla bocca di tutti e gli hanno fatto guadagnare anche denunce e querele da parte di coloro che venivano “derubati” delle loro immagini private da Corona e dai suoi scagnozzi. Si poteva gestire meglio tutto questo potere? Probabilmente sì ed è quello che deve aver pensato anche Corona, con un briciolo di onestà intellettuale, mentre si trovava a San Vittore.

Anche in merito alla propria vita privata, Corona fa delle rivelazioni interessanti. Sulle sue moltissime relazioni Fabrizio non ha molto da dire e le liquida con sufficienza: sono state tutte menzogne, a parte due.

Le uniche donne che abbia mai amato sono, secondo le sue parole, Nina Moric e Belen Rodriguez.

Con la prima il rapporto è ormai ai minimi termini (soprattutto dopo lo scandalo dei video di Carlos), ma pare comunque che Fabrizio Corona guardi a se stesso come a un buon padre che sta facendo molto per la vita del figlio. Le cose però, almeno al principio, non erano affatto così: Per me avere un figlio era solo un progetto editoriale. Da due anni, invece, ho scoperto il lato umano, sono diventato un genitore” ha assicurato Corona.

Bisognerebbe chiedere a Carlos se è d’accordo con queste affermazioni di suo padre, soprattutto considerando che di recente il ragazzo è arrivato a definire l’uomo che “ha scoperto il lato umano” dell’essere padre come “il male”.

Del resto, l’impressione che Calros continui a essere per suo padre un progetto editoriale e non una persona con una sua identità l’hanno avuta in molti, soprattutto negli ultimi mesi: il profilo Instagram di Carlos Corona, gestito da Fabrizio, sembrava che avesse il fine di trasformare il ragazzo a immagine e somiglianza del padre.

Con Belen Rodriguez, invece, le cose pare vadano un po’ meglio: i due avrebbero mantenuto un rapporto se non affettuoso quantomeno civile e si sentirebbero di tanto in tanto.

Corona si è anche preso la libertà di affermare che Stefano De Martino non è più l’uomo per Belen e che è cambiato troppo negli ultimi anni, manifestando un vero e proprio bisogno di protagonismo che prima non aveva. Per Corona invece la nuova relazione di Belen è quella giusta.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da (@belenrodriguezreal)

Secondo lui, infatti, Belen è molto innamorata e Antonino Spinalbese sembra proprio un bravo ragazzo. Belen sarà felice di aver ricevuto la benedizione di Corona? Probabilmente se ne fregherà, esattamente come ha deciso di ignorare tutti i moltissimi commenti social, spesso per niente gradevoli, che negli ultimi mesi sono arrivati in merito alla sua relazione.