Come sostituire il lievito di birra: scopri gli ingredienti alternativi

Potete sostituire il lievito di birra con altri ingredienti che potete acquistare al supermercato, quindi facilmente reperibili. Scopriamoli

Lievito uso alternativo
Foto:Adobe Stock

Il lievito di birra viene spesso utilizzato in cucina per la preparazioni di diverse ricette. Un ingrediente indispensabile nessuno ne può farne a meno, non dovrebbe mai mancare in dispensa o in frigo. Infatti dipende se preferite quello secco che ha una scadenza più lunga rispetto a quello fresco.

Può accadere che si desidera preparare una torta salata, un dolce che deve lievitare o dei bignè salati, ma aprite la dispensa o il frigo e notate che non avete il lievito di birra.

Ma come si può rimediare? Il lievito di birra si può tranquillamente sostituire con altri ingredienti, scopriamo quali.

Lievito di birra è davvero indispensabile

Pizza al pomodoro Foto:AdobeStock

Il lievito di birra secco o fresco è l’ingrediente più utilizzato per la preparazione di diverse ricette come pane, panini salati, torte salate. Ma il lievito di birra si può utilizzare anche per le preparazioni dolci, infatti non adatto solo a pizza e focaccia.

il lievito si può acquistare al supermercato nel banco frigo a cubetti di 25 g l’uno, oppure nello scaffale in polvere con un peso inferiore di circa 16 g.

La differenza sostanziale dei due lieviti sta nella scadenza. Il lievito disidratato dura almeno un anno, quello fresco dopo 3 settimane circa non si può utilizzare. Infatti molti preferiscono scegliere quello secco così da averlo per un tempo lungo in dispensa. La modalità di utilizzo è lo stesso, di solito si mette il lievito in un pò di acqua e si lascia sciogliere.

Ingredienti alternativi per ricette salate e dolci

Bicarbonato
(Pixabay)

Il lievito di birra fresco o secco, che può essere sostituito da altri ingredienti, ecco quali.

1- Pasta madre: un lievito naturale che potete preparare a casa e rinfrescarlo così da avere sempre a disposizione. Prova a seguire qualche consiglio per prepararlo senza alcuna difficoltà.Ne occorrono circa 300 g per un cubetto di lievito di birra da 25 g.

2- Lievito istantaneo: la soluzione ideale se volete velocizzare la preparazione, una soluzione perfetta quando avete poco tempo a disposizione e non potete far lievitare l’impasto. Questo tipo di lievito è indicato per la preparazione di focacce, però può essere meno digeribile, rispetto al lievito a quello di birra. Un cubetto di 25 g corrispondono a 2 bustine.

3- Bicarbonato e limone: non sono agenti lieviti, ma l’azione combinata del bicarbonato al succo di limone è in grado di produrre anidride carbonica. Questo determinerà la lievitazione, vi consigliamo di utilizzare le farine senza glutine. Dovrete aggiungere solo quando la farina avrà assorbito l’acqua, poi in una ciotolina mettete bicarbonato e limone e create una sorta di “pastella”. Poi procedete ad impastare velocemente l’impasto e lasciate lievitare. L’impasto sarà più digeribile, ma non garantisce una buona lievitazione, quindi non vi aspettate impasti alti. Per 500 g di farina occorrono 2 cucchiaini di bicarbonato e di succo di limone.

In caso di preparazioni dolci si può usare il lievito di birra, ma in mancanza potete utilizzare il lievito per dolci, che non dovrebbe mai mancare in dispensa. In commercio il lievito per dolci si trova in bustine dal peso di 16 g e come il lievito di birra disidratato ha una lunga scadenza. Si utilizza facilmente basta scioglierlo in pochissimo latte e aggiungerlo all’impasto.

Anche il lievito di dolci può essere sostituito da altri ingredienti, scopri quali.

Il cremor tartaro è un altro sostituto del lievito di birra per le preparazioni dolci. E’ un sale acido che viene estratto dall’uva, si attiva solo se va a contatto con acqua. Potete facilmente trovarlo soprattutto nei negozi specializzati e negli scaffali del supermercato. Il cremor tartaro si deve unire al bicarbonato, così da poter garantire la lievitazione, perchè da solo non lo consigliamo.

Oppure provate l’ammoniaca alimentare, un carbonato d’ammonio, un sale di ammonio dell’acido carbonico. Si utilizza per dolci soffici che necessitano di una buona lievitazione. Alcune massaie la preferiscono per la preparazione di dolci che richiedono una cottura un pò più lunga, ma la spiegazione è semplice. Questo sostituto del lievito di birra ha un sapore molto forte e deciso, quindi se la cottura è lunga potrebbe evaporare e quindi non si sentirà tanto il suo sapore. Potete preparare con l’ammoniaca i biscotti, in quanto riesce a donare una maggiore compattezza.

Non si consiglia per torte, ma per crostate si, potete scioglierlo nel latte tiepido e aggiungete un pò alla volta all’impasto.