Condividere la felicità: il segreto per mantenere sana la tua relazione

L’idea che una relazione possa ammalarsi e, purtroppo, morire a volte ti tormenta? Ecco il trucco per salvare la tua: condividere la felicità.

condividere la felicità
condividere la felicità: ecco il segreto (fonte: Pexels)

Avere una relazione, spesso, può diventare molto complicato.

Soprattutto se dura da tanto e la quotidianità, con tutti i suoi pregi e difetti, ci mette lo zampino.

Gli esperti, però, consigliano di provare un trucco per salvare anche le situazioni più disperate.
Ecco qual’è.

Condividere la felicità: ecco come salvare la tua relazione

condividere la felicità
(fonte: Adobe Stock)

I momenti negativi, spesso, ci sembrano maggiori degli eventi positivi nella nostra vita.

Preparatevi ad una notizia shock: non è così!

Secondo gli studiosi, infatti, gli eventi positivi avrebbero un rapporto di almeno 3 a 1: questo vuol dire che passiamo tantissimo tempo a preoccuparci per eventi… veramente molto rari!

Cosa c’entra questa statistica, però, con il salvare la tua relazione?
Incredibile ma vero, la risposta è: tutto!

Spesso, infatti, il nostro partner diventa l’equivalente di un “cestino emozionale“.
Su di lei o su di lui riversiamo tutti i nostri problemi, le ansie, le incertezze e le paure che ci occupano la mente.
A volte, senza neanche rendercene conto, iniziamo a parlare di quello che ci è successo al lavoro, a scuola, all’università o anche, semplicemente per strada.
Ci sfoghiamo, insomma, con l’unica persona che sappiamo per certo ci starà vicino incondizionatamente.

Nulla di male in questo: dopotutto una relazione è fatta anche e soprattutto di supporto.

Se il vostro partner è una persona con la quale non potete parlare dei vostri problemi forse la relazione non è delle migliori: ma questa è un’altra storia.

Quando, però, la famigerata quotidianità si inserisce nelle dinamiche anche della coppia più focosa uno strano meccanismo inizia a fare capolino.
Vediamo il partner non più come qualcuno con cui abbiamo una, proficua, relazione intima ma più come un contenitore, un cestino per l’appunto.
Lo trasformiamo in una sorta di paziente grande orecchio: riversando tutte le nostre preoccupazioni dentro di lui noi, piano piano, ci svuotiamo.
Un partner amorevole ascolta senza farsi tanti problemi l’elenco quotidiano delle vostre sventure e, anzi, partecipa attivamente alla vostra vita.
Però, com’è giusto che sia, si aspetta anche altro.

Quando questo “altro” non arriva, i problemi iniziano.

Problemi subdoli e difficili da individuare perché non si riferiscono a nulla di concreto.
Purtroppo, però, quando lasciate che sia la negatività a monopolizzare le vostre conversazioni ed i vostri pensieri ne risente tutto il vostro ambiente.
Compreso, ovviamente, la vostra relazione.

Come fare, quindi, ad evitare di riversare sentimenti troppo negativi nel vostro rapporto di coppia?
Innanzitutto potreste provare ad indagare il vostro stesso modo di fare: siete troppo emotivi o ad esserlo è il partner?
Bisogna trovare un giusto equilibrio tra monologhi ininterrotti sulle sventure della vita e fare finta che non succeda mai niente.

Ma, a detta degli esperti, il vero segreto per mantenere un rapporto sano e duraturo è quello di condividere la felicità!
Come fare, però, se siete abituati soprattutto a carburare a lamentele e preoccupazioni?
Ecco alcuni piccoli suggerimenti per imparare a parlare positivo a voi stessi e con il partner:

  • l’appello a cena: condividere un momento da soli che sia a tavola a cena, o in un qualsiasi altro momento (basta che sia a fine giornata), dovrebbe essere una buona abitudine per tutte le coppie.
    Serve a cementificare l’unione, ritagliandovi uno spazio unico solo per voi: provate a creare questo spazio e ad inserire l’appello degli aspetti positivi del giorno.
    Fate a turno e spronatevi l’un l’altro: troverete tantissimi nuovi, emozionanti, spunti!
  • disegniamo una mappa? Un’altra grande idea potrebbe essere quella di tornare bambini e… mettervi a disegnare!
    Cercate, insieme, di creare un grafico degli aspetti positivi della vostra vita: al centro ci siete voi, accanto c’è il vostro partner, la famiglia, gli affetti.
    Non devono esserci solo cose importanti: anche quel cane che avete accarezzato per strada e che ha scodinzolato felice può entrare nella vostra mappa giornaliera!
  • linguaggio segreto: può essere una stretta di mano particolare, un buffetto, una parola in codice. Create il vostro linguaggio segreto per comunicarvi, l’un l’altro, che state apprezzando e celebrando un momento speciale.
    Qual è questo momento speciale? Ma semplicemente quello di sentirvi felici, quando state insieme!
    Spesso abbiamo difficoltà ad esprimere le nostre emozioni, soprattutto quelle positive, a voce. Usare un linguaggio fisico segreto vi aiuterà a sottolineare i momenti positivi.
coppia felice
condividere le passioni (Istock)

Insomma, a quanto pare il segreto per essere felici è proprio la condivisione.

Sharing is caring” (letteralmente si traduce come “condividere è aver cura“) dicono gli inglesi.

Noi potremmo dire “Happiness is… sharing!” (cioè “la felicità è… condividere“)