Troppo emotiva: come affrontare l’eccesso di emozioni se sei in coppia

troppo emotiva
come gestire le emozioni? (fonte: Pexels)

Te lo sei sentito ripetere per tutta la vita tanto che, alla fine, il dubbio ti è venuto davvero: sei troppo emotiva in amore?

troppo emotiva
come gestire le emozioni? (fonte: Pexels)

Genitori, amici, primi fidanzatini e poi insegnanti, compagni di classe, addirittura sconosciuti per la strada: sono tutti d’accordo.

Sei troppo emotiva.

Ed effettivamente, a volte, ti capita davvero di lasciarti trascinare in un turbine e non ti senti più padrona delle tue emozioni.
Cosa succede quando la troppa emotività influisce sul rapporto di coppia?

Troppo emotiva: ecco come gestire le nostre emozioni in coppia

troppo emotiva
(fonte: Adobe Stock)

Un gattino miagola per la strada e tu hai già le lacrime agli occhi.
Ti capita nel feed di Facebook un video di coppie riunite o di un bambino che abbraccia i genitori.
Le lacrime iniziano a scorrere.

Insomma, a quanto pare le emozioni ti colpiscono troppo forte perché tu possa combatterle in nessuna maniera e ti lasci andare senza farti troppi problemi.

Non parliamo, poi, di quando la situazione ti riguarda da vicino: in famiglia, ormai, sono anni che ti prendono in giro perché hai la lacrima facile!
Essere eccessivamente emotivi, però, non è assolutamente un difetto, anzi.
Vuol dire che la tua capacità di provare empatia è ben sviluppata e che sei in contatto con i tuoi sentimenti.

Tantissime persone hanno il problema opposto e si sentono sole e scollegate da tutto e tutti: meglio essere dall’altro lato della barricata!

Se, però, ti sembra di aver oltrepassato il limite abbiamo dei consigli per te.
Ecco cinque piccoli mantra da seguire per imparare a porre un freno alle troppe emozioni, senza farsi governare dagli eventi.

  • fatti non parole
  • prenditi le tue responsabilità
  • non è sempre colpa tua
  • timer emotivo
  • una diga sicura

Fatti, non parole

parole
(fonte: Istock)

Le emozioni, soprattutto in una relazione, contano ovviamente tantissimo: anzi! Sono il fondamento della relazione stessa!

Impara, però, a tracciare una linea tra il tuo dialogo interiore e la tua realtà di coppia. Le tue emozioni sono qualcosa che l’altro, spesso e volentieri, non riesce a vedere o a toccare.
In una relazione, quindi, oltre ai sentimenti contano anche i fatti.

Piangere ogni volta che vedi il partner (o quando va via) ammesso e ben concesso che siano lacrime di gioia, potrebbe non essere letto in maniera positiva.
Per te, magari, è il segnale palese di quanto tu sia felice o di quanto profondi siano i tuoi sentimenti ma per l’altro è solo una, eccessiva e confusa, esternazione.

Traduci la profondità dei tuoi sentimenti in atti concreti e vedrai che la situazione migliorerà moltissimo.
Invece di singhiozzare sulla sua spalla o commuoverti per gli accadimenti più piccoli passa tu all’attacco!
Bigliettini nascosti o piccoli regalini a tema sono un modo per trasportare le intenzioni dal mondo delle idee… alla realtà!

Prenditi le tue responsabilità: sei davvero troppo emotiva?

troppo emotiva
(fonte: Adobe Stock)

Adesso è giunta l’ora di fare i conti con l’unica persona che conta davvero: tu!

Oltre gli scherzi e le prese in giro, c’è sempre un piccolo fondamento di verità.
Chiedi a chi ti è più vicino che cosa succede quando lasci scorrere libere le tue emozioni e come influisce sugli altri.
Pensa, infatti, a come si sentono gli altri quando si trovano di fronte alle tue, esuberanti, emozioni.
Per te magari non cambia niente ma per loro sì!

Cerca di individuare e limitare le esternazioni che mettono gli altri a disagio e prova a capire, sempre facendoti aiutare da chi ti vuole davvero bene, dov’è che sbagli.

Essere consapevoli è il primo passo verso un atteggiamento più maturo e rispettoso anche dei sentimentidegli altri!

Non è sempre colpa tua

troppo emotiva
non addossarti tutte le colpe (fonte: Istock)

Se da un lato è importante riconoscere le proprie responsabilità, dall’altro è necessario anche capire se gli altri si approfittano del vostro buon cuore.

Soprattutto se le “lamentele” vengono sotto dal tuo partner che ti accusa, costantemente, di soffocarlo con le tue emozioni potrebbe esserci qualcosa di sospetto sotto.

Spesso, infatti, soprattutto nelle relazioni codipendenti, uno dei due trova nelle debolezze dell’altro lo strumento per guadagnare un vantaggio.
Scappare da queste dinamiche è fondamentale, soprattutto perché sono dannose sotto tutti i punti di vista.

La troppa emotività può essere un problema ma prima di diagnosticarvelo valutate attentamente le persone intorno a voi.

Anche l’atarassia (l’assenza totale di reazioni e sentimenti) può rappresentare un problema serio!

Timer emotivo: ecco a cosa serve

troppo emotiva
è l’ora della verità! (fonte: Istock)

Un’altra buona abitudine potrebbe essere quella di impostare un timeremotivo!

Cercate di darvi dei ritmi precisi anche se sembra strano od innaturale. Quando sentite che le emozioni stanno per sopraffarvi, che state per mettervi a piangere, urlare o battere i piedi in terra meglio affidarvi… all’orologio!

Di certo, se avete problemi legati all’emotività, sarà difficile essere lucidi in un momento così tempestoso per voi.
L’idea, però, è proprio quella di avere come obiettivo un margine di tempo nel quale sfogarvi e, poi, riprendere controllo di voi stessi.
Utilizzare una finestra di tempo specifica vi aiuterà a prendere le distanze dalla tempesta di sentimenti in corso dentro di voi.

Una diga “sicura” se sei troppo emotiva

diga
trattenere le emozioni! (fonte: Pexels)

Un altro suggerimento importante è quello di creare una “diga” emotiva.

Esattamente come quelle architettoniche, infatti, la diga emotiva ti aiuterà a contenere e gestire il flusso delle tue emozioni.
Tenta di stabilire delle linee guida o datti dei paletti che, assolutamente, non puoi superare.

Non piangerò di fronte al partner“, “non urlerò durante una discussione“, “terrò un diario per sfogare le mie emozioni“.
Queste frasi sono solo alcuni esempi di “regole” che puoi decidere di applicare alla tua situazione personale nella forma che ritieni più giusta.

Ti aiuteranno a “bloccare” temporaneamente le emozioni troppo forti e saranno delle linee guida per giostrare il rapporto con gli altri senza creare (a te ed agli altri) troppo stress.

troppo emotiva
(fonte: Istock)

Sparire nei propri problemi e nelle proprie emozioni non aiuta nessuno, soprattutto te!

Non sentirti in imbarazzo perché provi tanti sentimenti: più che un difetto è un tratto del tuo carattere e come tale devi accettarlo e celebrarlo.

Se, però, provando uno o anche tutti questi suggerimenti riuscirai a gestire meglio la situazione sarà tutto di guadagnato, no?