Nuovo DPCM, zona rossa: le regioni comprese e cosa è previsto

Il nuovo DPCM del governo Conte ha previsto la divisione delle regioni 3 distinte categorie. Vediamo cosa prevede la zona rossa.

Gualtieri conte decreto
Foto da Instagram @palazzo_chigi

Una conferenza davvero molto importante quella tenutasi ieri.

Una conferenza che ha cercato di porre fine alla confusione che c’era stata in questi giorni.

Infatti, nella conferenza stampa avvenuta ieri 4 Novembre alle 20:20, il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte ha stilato la lista delle 3 categorie in cui rientrano le regioni della nostra nazione. 

A partire da venerdì 6 Novembre, la nostra nazione sarà divisa in zone gialle, arancioni e rosse.

Il Presidente Giuseppe Conte sembra abbia quindi chiarito ogni punto del nuovo DPCM che aveva generato non poche polemiche sul web e non.

Con la nuova divisione delle nostre regioni bisogna necessariamente fare chiarezza sui dettagli della zona rossa, gialla ed arancione.

Quali sono le restrizioni della zona rossa? quali quelle della gialla? e quali quelle della zona arancione?

Vediamo, innanzitutto i dettagli della zona rossa.

Zona rossa: le regioni confermate e le restrizioni previste

zona rozza from Facebook

Le zone rosse, da come abbiamo potuto comprendere a seguito della conferenza, sono le zone con criticità alta e quindi quelle dove le restrizioni sono un po’ più stringenti.

Le regioni che appartengono a questa categoria sono: Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta.

A queste regioni si applicano, come abbiamo detto, misure restrittive più imponenti:

  • E’ vietato ogni spostamento salvo comprovati motivi di salute, necessità o lavoro.
  • Chiudono negozi tranne per alimentari e beni di prima necessità. Restano aperti inoltre anche edicole, tabacchi, farmacie e parafarmacie.
  • Negli uffici pubblici è previsto l’utilizzo dello smart working tranne se sono necessarie le attività in presenza.
  • Riguardo le scuole, restano aperte solo elementari, infanzia e prima media.
  • Tutti i corsi universitari sono a distanza tranne per laboratori e tirocini.
  • Chiudono bar e ristoranti, me non ci saranno restrizioni per la consegna a domicilio.
  • Negli uffici pubblici “si va di smart working tranne se sono necessarie le attività in presenza”.
  • Sospesi inoltre, fra le altre novità, i concorsi pubblici e privati.
la divisione in zone gialle, arancioni e rosse from Facebook

Seguiranno aggiornamenti.